Makhtum Risveglio

Romanzo d'esordio per la Gate on Games che in questo primo episodio non sembra deludere ed anzi lascia con l'acquolina in bocca sugli eventi a seguire. Componente narrativa d'eccellenza e meccaniche semplicissime e diceless danno vita ad una storia che apre parecchie interrogativi di cui si spera avere presto risposta.

PRO

  • Regole semplicissime
  • La storia prevede colpi di scena epici
  • Splendide e numerose illustrazioni
  • Ritmo narrativo veloce e ben scandito

CONTRO

  • Nel primo volume rimarremo con la curiosità
  • Le regole spiegate in game non hanno un riepilogo
  • Gli achievement spoilerano i bivi non percorsi
  • Complesso da esser portato a termine

Attenzione: questa è una revisione ad un anno di distanza di precedente recensione. Quindi se qualcosa non torna nel filo logico del discorso ecco spiegatone il motivo. Vi sembra una frase paracula? Si lo è in effetti.

Non so voi ma ogni volta che sento dell'ingresso di una nuova casa editrice, tra l'universo dei librigame, i sentimenti che provo sono differenti.

Tra un misto di curiosità e apprensione non vedo l'ora di provare il titolo d'esordio, per capire cosa aspettarsi dal futuro, dato che il primo volume pubblicato è sempre un biglietto da visita che marchierà nel bene o nel male i futuri volumi prodotti. O meglio questo è quel che può generare nei lettori, perché di mio tendo ad acquistare di tutto ed anzi a reiterare allo sfinimento eventuali errori di spesa conscio che mi ricapiterà di leggere prodotti non all'altezza. Ma questa è la via che mi sono segnato, quando ho deciso di diventare recensore sincero di librigame cosa che mi porta sovente a dover interpretare volumi dall'impaginazione orrida, con trame senza ne capo ne coda e con gameplay pessimi e sbilanciati.

Dato il preambolo avrete così già capito dove voglio andare a parare nel parlarvi di Makhtum - il Risveglio e la risposta è dentro di voi. Epperò è sbagliata e forse vi ho confuso e non è come credete ed anzi è tutto il contrario!

Già perché questo primo volume della GateonGames, che si sviluppa poi in un seguito Makhtum - la Fuga che conclude l'arco narrativo, a cura di Luigi "Bigio" Cecchi e sotto la supervisione di Cristian Giove (Un giorno da cana), è davvero una piccola serie gioiellino che risulta particolare per come è raffinata, pur essendo la prima opera della casa editrice, e per la peculiarità di piazzarsi tranquillamente a metà tra un peso piuma e un peso massimo, ovvero pur se non è propriamente una serie di librogame per neofiti, secondo il mio personalissimo metodo di valutazione, sicuramente è il passo successivo ad una prima lettura di LG e che, pur risultando forse troppo semplice per chi ne ha divorati parecchi, in realtà risulta decisamente appagante grazie alla sua longevità dettata dalla moltitudine di eventi che, da un certo punto in poi del volume, possono capitare.

Curiosi? Ottimo! Svisceriamo quindi questa breve serie di gamebook in due volumi in questa recensione che ricordo, come mio solito è No Spoiler e per questo forse difetterà di particolari ma non di quelli che reputo fondamentali per valutarne l'acquisto o meno.

Iniziamo a ribadire il concetto che il layout di stampa e l'impaginazione sono SPETTACOLARI e rendono la lettura fruibile e de-affaticante grazie al font usato e alla abbondante interlinea. Le scelte sono ben evidenti in coda ad ogni paragrafo e nel caso sia necessario effettuare modifiche al registro di gioco troviamo queste indicazioni esplicitate in grassetto.

A tutta la componente narrativa si aggiungono ben 60 illustrazioni nel primo volume, oltre alle filler art, di cui 12 a tutta pagina che con un tratto pulito aiutano parecchio a far immedesimare meglio il lettore. Nel secondo volume sono 72 illustrazioni di cui 10 a tutta pagina. Ogni disegno ad opera di Bigio che ha tra le sue corde anche quello di essere un fumettista.

Dal punto di vista narrativo ci troviamo di fronte ad un titolo fantascientifico pur se alcuni elementi fanno presagire che vi potrebbero essere risvolti legati anche ad altri generi ma, nel caso, non vi svelo nulla e sarete poi voi a capire come collocare i volumi. Entrambi i libri risultano narrati magistralmente e fanno rendere partecipe il lettore di quel che avviene al proprio personaggio, un lui che non ricorda niente del passato. Pur se nel primo volume di fatto non è che avvengono eclatanti eventi (tranne alcune relazioni sociali tra la combriccola di personaggi non protagonisti), di volta in volta ci troviamo ad aggiungere tasselli, ad un puzzle che nel primo episodio rimane ancora ben incompleto lasciandoci con l'acquolina di leggere il prosieguo. Alcuni di questi tasselli aprono però finestre che offrono potenzialità narrative e plot twist che potremo comprendere solo in futuro. Nel secondo vi sono ben più eventi e pian piano si aggiungono spiegazioni a quel che succede e che presentano corposi colpi di scena che coinvolgono direttamente/indirettamente il protagonista e che risultano essere a volte abbastanza crudeli e che pongono il lettore spalle al muro, obbligandolo a fare scelte che non vorrebbe fare e, in un caso, ad un finale che rimane a tutti gli effetti aperto.

Se nel primo volume l'autore stipula una bella scommessa con il lettore, dato che solo una volta conclusa l'intera serie si possono tirare le somme per capire se i presupposti e le anticipazioni ventilate vanno ad appagare la fame di chi si trova a leggere le gesta del nostro protagonista il risultato di incuriosire in Il Risveglio è ampiamente raggiunto e di mio mi trovo a fremere per comprendere il prosieguo della vicenda divorando di fatto il secondo volume, la Fuga.

A livello di gameplay ci troviamo di fronte ad un volume diceless secondo lo stesso concetto dei Katakumbas o Vivi e Lascia Risorgere pur se codificato in maniera differente, con regolamento in-game e che risulta nella sua complessità dannatamente semplice da comprendere e applicare, ma che per sua natura, ovvero quella di dover segnare valori, note, effettuare check e controlli, fa leggermente salire il gradino di difficoltà di fruizione del gamebook rendendolo meno adatto rispetto ad un romanzo a bivi per introdurre lettori a digiuno di librigame ma sicuramente ottimo per convertire la platea dei giocatori da tavolo, che sicuramente sono rodati a meccaniche ben più complesse. Anche nel secondo gamebook vengono poi rispiegate le scerne regole ma in una sola paginetta, dando per scontato che il lettore abbia comunque letto il primo volume, pur se non così necessario.

La prima sezione de Il Risveglio è praticamente un true path guidato, poi diviene più profondo e ramificato nelle due sezioni (o atti) a seguire, che fungono ognuna da check point, caratteristica che codificata direttamente dall'autore porta valore aggiunto dato che elide la frustrazione utente nel dover ricominciare da capo l'intero volume in caso di game over o piega non voluta degli eventi. Lo stesso principio si mantiene poi nel secondo volume, dove sono presenti altri tre atti che portano a sei il numero complessivo dei capitoli e conseguenti 5 checkpoint.

Makhtum il Risveglio risulta complessivamente abbastanza semplice da concludere per chi ha già affrontato parecchi LG dopo aver accumulato esperienza sul titolo grazie a qualche run di rodaggio che potrebbe concludersi in qualche instant death, tra le quasi 10 presenti oltre alle QUASI instant death (questo non ve lo spiego perchè sarebbe spoiler). Il problema però è la profondità globale tra i due volumi e per poter terminare al meglio il secondo volume (Makhtum la Fuga) sarà necessario compiere le opportune scelte nel primo.

Aggiungo che le regole pur se presenti sono semplicissime e affrontabili anche in momenti di stanchezza, dato che non appesantiscono la lettura rendendo il gameplay scorrevole e fluido grazie al semplice e classico concetto che less is more e che mantengono un ottimo ritmo, mantenendo sempre ben desta l'attenzione del lettore.

In sintesi troveremo che:

Nel primo volume sicuramente risulta più complesso raggiungere tutti gli achievement che purtroppo spoilerano parecchio quel che può succedere cambiando le scelte in questo volume e, per il futuro, consiglio vadano resi "criptati" ovvero comprensibili solo se si è raggiunto il dato obiettivo oppure, come succede in Persephone X, che il testo spieghi quando si è raggiunto un dato trofeo, anche in questo caso contrassegnato in maniera criptata.

Nel secondo volume è davvero difficile arrivare ad uno degli epiloghi, dato che la profondità del volume segna la possibilità di arrivare ad uno dei tre finali in maniera corretta e senza barare. Aggiungo che poi riuscire a comprendere e gustare il termine della storia avviene solo se si è affrontato tutto il percorso, come avviene in Fortezza Europa, dove alcuni aspetti non sono comprensibili se non sono stati toccati nel corso della run.

Scheda Tecnica di Makhtum - Il Risveglio

Genere
Fantascienza

Introduttivo
NO

Tipo
Librogame

Tipologia
Episodio di una serie

Combattimenti
Non presenti

Pagine
372

Stile Narrativo
Spettacolare

Regolamento
Snello

Difficoltà
Facile

N° paragrafi
237

Percorsi alternativi
Nella media

Genere del protagonista
Maschile

Diceless
Si

Titolo originale
Makhtum - Il Risveglio

Anno edizione
2022

Casa editrice
Gateongames

Adatto per
14/99 anni

Edizione
Lusso

Richiesti
Carta, Matita, Scheda personaggio

Tipologia

+ libro - gioco
Gioco
Libro

Posizione in classifica

Aggiornate al 19 aprile 2024
  • Su 196 librigame

GOG - Makhtum Vol. 2 - La Fuga
  • Il seguito di Makhtum - Vol. 1 - Il Risveglio
  • Necessita di Makhtum - Vol. 1 per essere giocato
  • Libro Gioco

Trama di Makhtum - Il Risveglio e prefazione a Makhtum - la Fuga

Ti risvegli senza memoria di chi, dove e quando "sei". Il tuo obiettivo sarà quello di riuscire a trovare informazioni che sblocchino i tuoi ricordi e soprattutto ti aiutino a capire quale è il tuo destino.

⇧ Torna al sommario

Modalità di gioco dei due librigame

In questo volume, oltre ai bivi e in funzione delle vostre scelte, verranno modificati i punteggi di una delle tre caratteristiche (controllo, consapevolezza e determinazione) che governano il vostro alter ego.

Due di queste una volta azzerate vi faranno terminare in un game over e in alcuni casi dati paragrafi saranno accessibili solo a seguito di check della caratteristica.

Nel corso del volume potrete trovare poi alcuni oggetti e gestire il party di personaggi. Entrambi questi aspetti vi faranno accedere o meno a dati paragrafi nel corso della run. In particolare le scelte non vanno mai effettuate alla cieca, ma l'assegnazione dei punti caratteristica, il check e il controllo della presenza di un dato personaggio nel party sono pertinenti alla narrazione quindi, ad esempio, se dovrete craccare un computer sarà necessario l'esperto di computer, mentre se dovrete affrontare una situazione che vi fa paura sarà necessario un dato valore di determinazione.

La gestione del party aggiunge poi l'uso di icone sui personaggi per determinare stati particolari a seguito di date scelte.

Una volta concluso il volume potrete spuntare quali obiettivi avete raggiunto ma vi consiglio di non leggere quella pagina perché spoilera davvero parecchio su quel che può succedere.

Una volta realizzata per voi la migliore run vi potrete segnare i punti che andranno riportati nel volume a seguire.

⇧ Torna al sommario

Per chi è adatto questo Librogame

Molto indicato a partire dai 14 anni in su pur se non ci posso però mettere la mano sul fuoco in quanto non conosco gli argomenti trattati nel futuro volume.

Sicuramente adatto agli appassionati di fantascienza lo consiglio anche a chi cerca letture più di evasione che ludiche, grazie al game play raffinato e delicato e ad una storia che, miscelando elementi trattati in altre saghe, le miscela sotto ad una nuova luce che rende la storia originale e coinvolgente. Al suo termine saremo così soddisfatti del nostro viaggio, a dispetto dell'epilogo che potrebbe essere entusiasmante o meno, in funzione di quel che ricerchiamo in maniera soggettiva.

Valutazioni

Secondo il nostro recensore

8.1/10

Ottimo

Scopri qui il nostro metodo di valutazione

Sentiment 45/60
Interazione 40/40
Comparto narrativo 33/40
Meccaniche di gioco 24/40
Illustrazioni 10/10
Edizione 10/10

Secondo gli utenti registrati

Gli utenti di Mi.Gi. pensano che Makhtum - Il Risveglio abbia queste caratteristiche:
78.3%
83.3%
80%
73.3%
Il voto medio bayesano degli utenti di Mi.Gi.
 7.4/10 (6)

Per votare questo librogame e modificarne la posizione in classifica è necessario essere registrati al sito.
Registrati ora!