Il Monopoly è uno dei più longevi e classici giochi da tavolo: almeno una persona su tre in Italia ci ha giocato almeno una volta!

Alcuni aspetti di questo gioco sono così di uso comune che vengono utilizzati nella letteratura, nella cinematografia e alcune volte come modi di dire. Chi non ha mai sentito dire: vai in prigione senza passare dal via?

monopoly tabellone disposizione pedine

Dato il suo grande successo questo gioco è stato tradotto in oltre trentasette lingue, contribuendo alla sua diffusione su scala internazionale e nel corso degli anni, pur se la meccanica di gioco è rimasta la stessa, alcuni degli elementi sono stati aggiornati (ad es la valuta di gioco è passata dalla lira all’euro).

Il gioco del Monopoli è una semplificazione del cinismo: stipuli i contratti per ingannare i tuoi amici, devi muoverti prima degli altri per conquistare nuovi spazi [cit].

Di Monopoly ne sono uscite moltissime e diverse edizioni per tutte le tipologie di giocatori.

Per questo motivo andiamo a svelarne i segreti in questa disanima di questo gioco di società, anche se negli ultimi anni altri titoli sono entrati nella classifica dei migliori giochi da tavolo.

⇧ Torna al sommario

Scheda tecnica

Età minima 8 anni
Giocatori 2/6
Preparazione 10 minuti
Durata partita 60/180 minuti
Difficoltà Semplice
Influenza fortuna Alta
Consigliato per Famiglie, Adulti
Obiettivi educativi Diplomazia
Ambientazione Contemporanea
Tipologia Gioco di contrattazione
Classificazione Gioco di ambientazione
Nome internazionale Monopoly
Anno pubblicazione 1935
Produttore Hasbro

Meccaniche di gioco

Aste
Vi è un mercato dove una data risorsa viene acquisita dal maggiore offerente.
Commercio
Necessario scambiare qualcosa per qualcos’altro.
Collezione risorse
Accumulare risorse per scambiare con altre risorse o per raggiungere la vittoria.
Eliminazione giocatori
Il vincitore viene definito dall’eliminazione dei diversi giocatori nel corso del gioco.
Lancio di dadi
Lanciare dei dadi per estrarre valori numerici o simboli.
Monopoly
Monopoly
Prezzo gioco
Spedizione gratuita Non specificato €
logo Ebay
Monopoly
Monopoly
Prezzo gioco19,90 €
Spedizione gratuita 0 €
logo Amazon
19,90 €
Prima: EUR 29,90
Sconto 33%
Monopoly Classic
Monopoly Classic
Prezzo gioco22,90 €
Costo Spedizione 4,00 €
Clondo
26,90 €Scelto da
logo trovaprezzi
HASBRO Monopoly gioco classico da tavolo Hasbro
HASBRO Monopoly gioco classico da tavolo Hasbro
Prezzo gioco28,90 €
Spedizione gratuita 0 €
Mazzeo giocattoli
28,90 €Scelto da
logo trovaprezzi
Hasbro Monopoly rettangolare
Hasbro Monopoly rettangolare
Prezzo gioco24,90 €
Costo Spedizione 4,99 €
Yestoys
29,89 €Scelto da
logo trovaprezzi
Hasbro C1009103 Monopoli
Hasbro C1009103 Monopoli
Prezzo gioco23,99 €
Costo Spedizione 6,00 €
Yeppon
29,99 €Scelto da
logo trovaprezzi
Hasbro Monopoly Classico Hasbro
Hasbro Monopoly Classico Hasbro
Prezzo gioco25,99 €
Costo Spedizione 7,00 €
Acquario Store
32,99 €Scelto da
logo trovaprezzi

⇧ Torna al sommario

Posizione in classifica

Questo gioco da tavolo è presente nelle nostre classifiche relative a:

Andamento in classifica nel tempo

Guarda l'andamento di Monopoly nel tempo rispetto agli altri giochi recensiti su Mi.Gi.

Prezzo nel tempo

Esamina la cronologia delle variazioni del costo di Monopoly nelle diverse settimane dell'anno
fonte amazon.it.

Analisi del prezzo attuale di Monopoly

fonte amazon.it - ultimo aggiornamento 12 novembre 2018
Prezzo Medio
21.71 €
Differenza sulla Media
-4.81 € (-22.16%)

⇧ Torna al sommario

Descrizione

Monopoly è un gioco di ambientazione di tipo gestionale e di contrattazione. I giocatori dovranno girare sul percorso circolare presente sul tabellone di gioco, acquistando terreni e edificando case. Ogni qual volta un giocatore cascherà su una casella di proprietà dell’avversario dovrà pagare la sua permanenza con un prezzo variabile in funzione della qualità degli edifici presenti.

Una partita a Monopoly sono gli Affari alla fine del viaggio.

Oltre alle caselle acquistabili ve ne sono altre “speciali” che aggiungono elementi casuali (imprevisti e probabilità) o altri fattori di gioco (pagamento di tasse, guadagno di denaro, in prigione, etc).

L’acquisto e la cessione di terreni di gioco obbliga i giocatori a contrattare tra di loro, inserendo l’elemento “diplomazia” tra le meccaniche di gioco al fine di negoziare durante le aste e le compravendite.

Globalmente nella versione classica di Monopoli vi sono 28 proprietà divise in:

  • 22 strade su cui costruire case o alberghi
  • 5 stazioni
  • 2 aziende (idrica e elettrica)

Le case complessivamente sono 32 e gli alberghi 12.

Metafora di gioco

Monopoly prende il suo nome da “Monopolio” e di fatto è quello l’obiettivo dei giocatori. Fondamentalmente ogni partecipante assumerà il ruolo di un imprenditore che nel corso del tempo, acquistando e cedendo terreni, dovrà sbancare gli altri giocatori, privandoli di tutti i soldi grazie alla vessazione per stazionamento in una delle caselle controllate.

La plancia di gioco prova a rispecchiare l’organizzazione di una classica metropoli, con terreni dove edificare edifici più o meno costosi (e una rendita proporzionale) servizi fondamentali (ferrovie, luce e gas) e la prigione.

⇧ Torna al sommario

Nella scatola base

gioco monopoly

  • una plancia di gioco o tabellone
  • 28 contratti o lotti di terra
  • 8 segnalini
  • 16 carte “Probabilità”
  • 16 carte “Probabilità”
  • 2 dadi da sei
  • 32 case
  • 12 alberchi
  • 1 mazzo di banconote (del valore complessivo di 20.580€)
  • le regole del gioco

⇧ Torna al sommario

Regole del Monopoli classico

Vediamo velocemente le istruzioni della versione più diffusa e classica del Monopoly.

Dopo aver predisposto il gioco (vedi preparazione) i giocatori lanciano i dadi per capire l’ordine di gioco dei partecipanti. Incomincia chi ha totalizzato il valore più alto, nel caso di parità si procede con uno spareggio. A questo punto è conveniente che i giocatori si siedano uno a fianco dell’altro in funzione del punteggio decrescente ottenuto da questo primo lancio.

Monopoli LIRE VS monopoli euro: stesse regole, cambia la valuta e i segnalini

Il giocatore con il tiro dei dadi più basso farà la funzione di banchiere, gestendo il denaro del gioco, i contratti, gli edifici e le aste.

Perchè su una carta degli imprevisti c’è scritto: “se non siete già in prigione, andateci e fermatevi per tre turni”? come si fa a pescare una carta Dalla prigione?

Ad ogni turno un giocatore dovrà:

  • lanciare i dadi
  • far avanzare il proprio segnalino in senso orario
  • risolvere le condizioni che possono avvenire una volta raggiunta la casella di stazionamento

tabellone Monopoly Italiano

Cosa si può trovare nelle diverse caselle in cui è diviso il tabellone di gioco (ovvero le diverse condizioni da risolvere quando una pedina finisce su una determinata casella):

  • acquisto di proprietà (se il terreno è in vendita e se si hanno i soldi necessari) in caso contrario quel terreno va all’asta
  • pagare l’affitto in base alla qualità delle costruzioni (se il terreno è di un giocatore)
  • pescare una carta probabilità/imprevisti
  • pagare una tassa
  • andare in prigione

Prima di passare il turno il giocatore può scegliere se:

  • costruire case o alberghi (solo se si ha il denaro e si possiedono tutti i terreni di uno stesso colore)
  • vendere o ipotecare i propri terreni (per non andare in bancarotta e terminare la partita)
  • scambiare temporaneamente una proprietà per denaro

nessuno in realtà legge le regole del Monopoly [cit]

Come vincere a Monopoly

cane monopolyMonopoly è un gioco ad esclusione e man mano che i giocatori falliscono lasciano il gioco. Una volta che il penultimo giocatore dichiara fallimento colui che rimane in gioco vince la partita.

Una seconda modalità di gioco è quella a tempo: si definisce una durata complessiva (ad es. 89 minuti) al termine dei quali si blocca il gioco e si calcola il totale del denaro in possesso ad ogni giocatore a cui aggiungere il valore dei terreni/società/stazioni, vince chi ne ha di più.

Probabilità e imprevisti: che cosa sono?

Nel corso del gioco capiterà di pescare una probabilità o un imprevisto. Al di sopra vi sono delle condizioni da eseguire più o meno buone e una volta risolte quella carta va riposta al fondo del rispettivo mazzo.

Solo la carta esci gratis di prigione si può tenere e giocare nel caso si finisca in carcere.

Fallimento

Nel caso che un giocatore debba pagare una determinata somma di denaro, ad un giocatore o alla banca, superiore a quanto possiede viene dichiarato fallito e conseguentemente esce dal gioco. Tutte le sue proprietà vengono messe all’asta.

Differenze tra Monopoly in Euro e in Lire

Tra il Monopoly con le monete in Euro o in Lire non cambia praticamente nulla, se non la valuta di gioco e conseguentemente i prezzi delle proprietà, delle case/alberghi, affitti, tasse, ricavi, etc etc.

Scarica il regolamento di Monopoly in italiano (PDF – 0,6 MB)

⇧ Torna al sommario

Preparazione

Oltre a scegliere una pedina che raffigurerà il giocatore e al lancio di dadi per decidere l’ordine di gioco sarà necessario distribuire ad ogni giocatore del denaro, in quantità variabile in base a quello che è riportato sulle regole.

Il banchiere dovrà poi mescolare le carte probabilità e imprevisti e posizionarle sul tabellone in pila e a faccia coperta.

Tutte le carte proprietà vanno poi disposte sul tabellone da cui verranno prese man mano che i giocatori le acquisteranno.

⇧ Torna al sommario

La prima partita a Monopoly

Prima di giocare ufficialmente, date le diverse regole, è opportuno fare almeno due/tre turni completi di prova.

Pur se non sarà possibile dopo solo alcuni turni è conveniente simulare la meccanica di acquisto, costruzione, compravendita, pagamento degli affitti e asta di terreni e edifici

⇧ Torna al sommario

I Trucchi del Monopoli

Monopoly si basa su precisi calcoli statistici, sfruttandoli otterrete del vantaggio. A patto che anche gli altri non li conoscano e in quel caso quello che conterà sarà solamente la fortuna!

Le proprietà dove si transita più frequentemente

Mediante una analisi condotta via computer è stato analizzato il passaggio delle pedine su tutte le tabelle e statisticamente le 4 caselle su cui si capita più frequentemente sono:

  • Largo Colombo
  • La stazione Nord
  • Piazza Dante
  • il Via

I monopoli tra la prigione e vai in prigione

Statisticamente uno dei percorsi più effettuati è quello tra la prigione e l’esatto opposto, la casella “vai in prigione senza passare dal via“. Conseguentemente quelle proprietà vedranno più volte sostare le pedine e quindi molti più eventuali incassi.

I monopoli che più rendono

Chiaramente avrete capito che i monopoli che rendono di più, statisticamente parlando sono sicuramente i marroni e i rossi, oltre per una serie di motivi decisamente visibili:

  • posizione buona;
  • centralità nel tabellone;
  • prezzo medio.

Il numero più frequente che uscirà con due dadi

Generalmente e mediante calcoli statistici sappiate che con due dadi da 6 il numero che potrebbe uscire di più è il 7. Ragionate di conseguenza nello scegliere le proprietà.

L’acquisto di proprietà e/o utenze

Fondamentalmente fino a che vi sono proprietà da acquistare provate a prenderle anche solo per evitare che qualche concorrente riesca a completare i tris. Se non ve ne fate niente ipotecatele! Bloccherete il gioco dei vostri concorrenti. In principio lasciate però perdere le utenze che non generano molto utile cercando di prendere tutte le altre.

Rimanere in prigione

Nei primi turni cercate di uscire subito di prigione nel caso ci finiate (dalla galera non si possono acquistare terreni).

Più in la nel gioco al contrario è opportuno rimanere il più possibile in prigione per evitare di finire su proprietà avversarie che vi faranno spendere denaro.

Mercanteggiate SEMPRE!

Monopoli è un gioco di contrattazione perché è necessario contrattare in ogni momento.

Le regole di questo mercato sono che:

  • meglio barattare un monopolio costoso (tipo gli ultimi due sul lato prezioso ovvero il verde di Largo Augusto e il viola dell’inesistente, a Milano, Parco della Vittoria) con due più economici, dove gli altri giocatori finiranno di più e dove sarà più facile costruire case;
  • le ferrovie sono una ottime merce di baratto, piacciono molto e illudono di una possibile resa economica, decisamente minore rispetto alle proprietà;

Non più di 3 case

Non appena avete un monopolio vi renderete conto che vi è una enorme disparità tra gli utili quando si costruiscono tre case o quattro. Il ritorno dell’investimento è decisamente maggiore con solo 3 case.

Questa regola smette di avere significato solo quando dovrete rubare delle possibili case prima che i concorrenti le costruiscano, una regola del monopoli infatti è che non si possa costruire più case di quanto siano presenti nella banca.

⇧ Torna al sommario

Considerazioni e un trucco per non annoiarsi

monopoly gioco scatolaQuesto gioco da tavolo è un classico e va provato almeno una volta nella vita.

Purtroppo la meccanica di gioco non è delle più evolute e soffre di alcuni problemi.

Il problema più grave è che nelle partite più impegnative con più giocatori dopo che uno di questi lascia la partita può passare molto tempo prima che la partita si concluda, facendo si che solo gli ultimi due giocatori non si annoino.

Per questo motivo vi consiglio di tenere “di scorta” almeno un altro gioco in scatola “veloce” (un filler) in maniera tale che chi ha terminato la partita possa avere un modo per passare il tempo.

Monopoly è un gioco che non può mancare in casa, per andare sul sicuro in serate con i parenti

⇧ Torna al sommario

Curiosità sul Monopoly

Data la sua longevità sul Monopoly vi sono molti aneddoti. Il Monopoly compie il 19 marzo 2018 ben 83 anni, con oltre 11 milioni di Fan sulla sua pagina Facebook ufficiale.

L’informazione più conosciuta è sicuramente quella legata alla nascita di questo gioco da tavolo, che dal 19 marzo 1935, data in cui Charles Darrow vendette il gioco (inventato nel 1933) alla Parker Brothers è stato prodotto in oltre 300 versioni differenti.

Forse però l’informazione meno conosciuta è che il signor Darrow provò a venderlo alla Parker Brothers già nel 1934 ma l’azienda lo rifiutò in quanto, secondo loro, nella meccanica e nelle regole del gioco vi erano 52 errori gravi. Charles B. Darrow non si arrese e, grazie ad un tipografo suo amico, ne produsse 5000 copie vendendole in un negozio di Philadelphia con estremo successo. Dalla Parker Brothers, una volta venuti a sapere della buona riuscita di questa operazione commerciale autoprodotta, facendo una offerta da non poter rinunciare a Darrow e acquisendo così i diritti del gioco.

La sua origine però in realtà non è originale e in realtà è una rivisitazione del gioco The Lansford’s Game (brevettato da Elizabeth Magie e basato sulle teorie dell’economista Henry George) che era esattamente l’opposto: un gioco da tavolo basato sulle basi del georgismo in cui dimostrare l’ingiustizia del monopolio come forma economica.

La plancia originale di questo gioco da tavolo ha utilizzato come modello la città di Atlantic City e nel dettaglio la passeggiata Boardwalk, dove la pavimentazione è realizzata con listoni di legno. Se in tutto il mondo le versioni localizzate hanno un riferimento a strade effettivamente esistenti nella versione italiana i nomi sono ispirati dalle strade di Milano, ma alcuni non esistono nella realtà.

Secondo alcune statistiche, fino al 1999, Monopoly potrebbe esser stato intavolato da 500/750 milioni di persone al mondo.

Il Monopoly con soldi veri

In occasione dell’80° compleanno del Monopoly, nel 2015, la Hasbro ha deciso di sostituire con soldi veri la moneta di gioco. L’operazione è stata condotta in tutta segretezza e in 80 scatole, tra quelle messe in commercio in quell’anno. In una sola sono stati sostituiti tutte le banconote di gioco con il corrispondente in euro (20.580€) mentre nella altre 79 solo alcuni dei tagli di banconote presenti sono state sostituite.

La versione italiana del Monopoli

Nel 1936 l’Arnoldo Mondadori riceve la proposta di localizzare, produrre e distribuire la versione italiana del Monopoly acquistandone i diritti per la penisola.

L’editore però rimane dell’idea di pubblicare solo libri e per questo, parlandone con i suoi collaboratori, rinuncia all’idea. Emilio Ceretti, con Paolo Palestrino e Walter Toscanini capiscono le potenzialità del prodotto e per questo fondano l’Editrice Giochi.

Prodotta una versione in italiano del Monopoli lo incominciano a far girare per i salotti milanesi con estremo successo, del resto quasi tutte le sue tessere sono ispirate alle vie di Milano, fino a che non viene scritto un primo articolo sul Corriere della Sera che fa conoscere in tutta Italia il gioco si diffonde a macchia d’olio, pur se il regime di allora lo marchia come “prodotto degenere del capitalismo“.

Monopoly o Monopoli?

Il Monopoly, nella sua distribuzione italiana e denominato Monopoli, venne pubblicato nella penisola dalla Editrice Giochi dal 1935 fino al 2009. In quell’anno la casa di produzione di giochi da tavolo perse i diritti, acquistati dalla Hasbro (che tutt’ora li detiene) e che ha ristampato il gioco riportando il nome alla versione originale Monopoly. Quindi ad oggi in realtà ci si può riferire a questo gioco in scatola con entrambi i nomi, ma per correttezza si dovrebbe identificare con Monopoli solo le versioni in italiano prodotte dalla EG.

Il film del Monopoly

È dal 2014 che in rete si può leggere di un possibile film sul Monopoly, collaborazione tra la Hasbro e la Lions Gate Entertainment (fonti: 1, 2, 3), sceneggiato da Andrew Niccol (l’autore di The Truman Show). Da allora però non vi sono molte informazioni in merito e tra i diversi video di Youtube si trova solo un trailer, definito come Monopoly Official Trailer, che viene presentato però come una possibile futura collaborazione tra Hasbro e Universal Studios con un progetto a cura di Ridley Scott (Sich!).

Insomma, niente di certo all’orizzonte, ma comunque vi lasciamo il trailer di cui vi abbiamo parlato che globalmente non sembra nemmeno realizzato troppo male (e che potrebbe non essere quello originale).

Il gioco televisivo del Monopoly

In America è andato in onda un gioco televisivo basato sul Monopoly e chiamato Monopoly Millionaires’ Club.

Il gioco è stato trasmesso dal 2015 a metà 2016 e i giocatori dovevano percorrere un tabellone, mediante lancio virtuale di due dadi, praticamente identico al famoso gioco da tavolo di contrattazione, guadagnando dollari reali ma con una meccanica di gioco molto più simile ad una lotteria che alla gestione delle proprie proprietà.

⇧ Torna al sommario

Differenti versioni

Di Monopoly ne sono uscite davvero un numero innumerevole di edizioni differenti, per raggiungere tutte le tipologie di pubblico possibile.

In particolare le versioni di questo classico gioco da tavolo che mi sembrano più importanti da segnalare sono (alcune con con regole ben differenti rispetto alla versione classica):

La versione da viaggio di Monopoly

In commercio naturalmente (visto il successo) è presente la versione travel di Monopoly, che offre la stessa meccanica di gioco, in dimensioni decisamente molto più contenute.

La base di gioco diviene la scatola che contiene i componenti (magnetici) e per questo grazie a questa edizione si potrà tranquillamente giocare in viaggio e addirittura in movimento.

Il Monopoli personale (My Monopoly)

nel 2015 la Hasbro ha fatto uscire una versione particolare di Monopoly che, mediante una apposita app e la stampa su carta adesiva delle carte personalizzate con le proprie fotografie, permette di realizzare una versione unica del famoso gioco da tavolo, costruita sulla propria famiglia/amici.

Nel dettaglio grazie all’app e alle proprie foto si potrà realizzare un file da stampare mediante la propria stampante domestica, per poi appiccicare gli adesivi così autoprodotti sulle pedine, sulle proprietà e sulle carte Imprevisti o probabilità.

A livello di regole e meccaniche di gioco questa versione di Monopoly è poi uguale a quella classica.

Hasbro - My Monopoly Gioco da Tavolo [Versione Italiana]
Hasbro - My Monopoly Gioco da Tavolo [Versione Italiana]
Prima: EUR 54,00
Ora in offerta a: EUR 27,80
Sconto 49%

La versione per imbroglioni di Monopoly

I rumors ci fanno sapere che è in progettazione una versione di questo gioco da tavolo di contrattazione dedicata per tutti gli imbroglioni e truffatori.

monopoly imbroglioni

Dalla Hasbro ci spiegano, infatti, che per l’autunno 2018, in Stati Uniti, Canada, Australia e Regno Unito (ossia ovunque venga parlata la lingua Inglese) è prevista l’uscita di Monopoly Cheaters Edition (edizione per imbroglioni appunto).

La meccanica, simile al classico Monopoly, presenta delle cheat card (carte truffa) ognuna che permette ai giocatori di barare nel gioco, rubando il denaro, non pagando gli affitti ai concorrenti, muovendo indiscriminatamente la proprio pedina fuori dal proprio turno.

Naturalmente la famosa prigione è sempre presente e pronta ad ospitare tutti i giocatori che si faranno beccare a barare nel corso del gioco, ma questa volta oltre ad uscire pagando del denaro, si potrà uscire su “cauzione” indossando delle manette (presenti nella confezione) per almeno un turno.

Chiaramente esiste una versione localizzata in italiano di questo Monopoly.

⇧ Torna al sommario

Vota questo gioco

Il voto medio degli utenti di Mi.Gi.

1.5/5 (2)

Aiutaci! Se lo hai provato vota questo gioco

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here