spectrum

Il primo volume a bivi per un autore di romanzi e fumetti che però non convince, a causa di un editing non curato in maniera dedicata alla produzione di un gamebook, realizzando un prodotto aleatorio e frustrante, dato che basa praticamente tutta l'interazione e la profondità su un labirinto complesso di paragrafi.

PRO

  • Genere meno sfruttato nei librigame

CONTRO

  • Editing carente
  • Non bilanciato
  • Enorme e frustrante labirinto

Vediamo insieme un nuovo autore e una nuova casa editrice che entrano nella lista di chi si dedica alla letteratura a bivi.

Vi parlerò così di Spectrum, librogame di Edoardo Röhl per conto di Rossini Editore uscito in questo 2021 meno in sordina sui canali ufficiali rispetto ai classici librigame, dato che se ne è anche parlato in radio. Al contrario però se ne è parlato ben meno nei canali di settore e questo potrebbe giustificare alcuni dei problemi di questo volume, dato che il poco confronto e una eventuale scarsa esperienza in campo interattivo rendono Spectrum un titolo Old School o, come direbbe Jonny Fontana un Fightin Fantasy italiano.

Attenzione! Come giustamente mi fanno notare ogni critica in questo contenuto NON è solamente rivolta all'autore ma anche alla casa editrice che non ha gestito l'editing del volume e il playtest.

Ma andiamo per gradi e incominciamo, come mio solito, partendo ad esaminare questo librogame dal punto di vista tipografico che, in quarta di copertina, viene descritto come un librogame per ragazzi.

Il formato è quello di un tascabile in brossura a colla, con copertina in cartoncino morbido a colori e stampa interna in bianco e nero. L'impaginazione è decisamente fruibile, con buon font, interlinea e le scelte al termine di ogni paragrafo visibili. Non vi sono però illustrazioni se non quella di copertina che risulta decisamente stilizzata e generica, pur se in target con il racconto. Sempre all'interno il lavoro di editing mi sembra carente e in alcuni casi non è stata corretta la forma, in particolare nei paragrafi più discorsivi pur se per la maggior parte essi sono di indicazione logistica, dato che come vedremo ci troveremo praticamente dentro ad un labirinto.

Il versante narrativo non mi è sembrato particolarmente interessante, con una storia di infestazione legata alla casa in cui ci troveremo e l'unico elemento di novità è sul finale positivo, che positivo non è ed anzi lascia con l'amaro in bocca a causa del praticamente unico importante plot twist di tutto il librogame, cosa questa che per un libro per adulti ci potrebbe stare ma per un titolo per ragazzi mi sembra una trovata non troppo costruttiva. Nella sua interezza poi la storia sulla totalità delle pagine è minoritaria rispetto a paragrafi pregni di indicazioni logistiche e relative scelte. Complessivamente, pur se anche li nella prima edizione vi erano problemi nella forma, sicuramente l'ambientazione de La Villa della Morte risulta più ritmata

Dal punto di vista del gameplay abbiamo però i problemi più gravi, dato che la frustrazione diviene man mano che si avanza tra i paragrafi una costante. La struttura del gamebook difatti è quella di due grossi labirinti in cui muoversi, in cui spesso ci troveremo in mezzo a loop, e nel dettaglio dovremo intraprendere una raccolta di oggetti in maniera consequenziale che risultano decisamente troppi e che danno così vita ad un true path nella sequenza di oggetti da ritrovare dispersi tra le stanze, collegate fra lor da innumerevoli paragrafi. Sarà così obbligatorio costruirsi mappe su mappe per orizzontarsi pur se in alcuni casi diviene difficile rigenerarle creando ulteriore confusione nel lettore e impedendo l'orientamento tra i paragrafi. Se a questo si aggiunge che in alcuni casi avremo paragrafi fino a sei scelte capirete bene già quante combinazione si dovranno provare fino a riuscire a capire quale è la corretta via. Questa enormità di scelte poi, rallenta il ritmo del librogame, cosa che in un Thriller non dovrebbe avvenire per mantenere il lettore sul filo del rasoio.

A questo si aggiunge poi un gameplay basato sull'alea che mi sembra però non equilibrata e che si aggiunge alla lunga raccolta di oggetti. Sicuramente a seguito di diverse run si potrà capire come affrontare al meglio i differenti pericoli che richiedono il lancio di dadi, ma non potremo avere troppa voce in capitolo migliorando le nostre statistiche nel corso del gioco ed anzi, man mano che si effettueranno tiri sfortunati avremo ancor meno possibilità di successo. Conseguentemente già iniziare il libro con tiri sulle caratteristiche non troppo elevati ci impedirà di finire il librogame se non barando clamorosamente. Sarebbe interessante comprendere se e quanto è stato playtestato da questo punto di vista ma l'impressione è quella di ritrovarci davanti ad un gamebook di 20 anni fa e non davanti ad un figlio di questa nuova generazione italiana che sforna prodotti ottimi, equilibrati e raffinati dal punto di vista del gameplay.

In sintesi troveremo così una buona profondità ed estrema longevità, data la difficoltà nell'orizzontarsi nel labirinto che ci porterà spesso e volentieri in alcune instant death dettate dalle nostre scelte sbagliate o da qualche lancio di dado sfortunato. A patto di avere la pazienza di continuare la lettura.

La rigiocabilità una volta terminato il libro non è così elevata, dato che di finali positivi mi sembra ve ne siano due o meglio di finali in cui non moriremo, dato che entrambi molto positivi non sono.

Scheda Tecnica di Spectrum

Introduttivo
NO

Tipo
Librogame

Tipologia
Avventura autoconclusiva

Combattimenti
Presenti

Pagine
273

Stile Narrativo
Interessante

Regolamento
Snello

Difficoltà
Difficile

N° paragrafi
400

Percorsi alternativi
Molti

Genere del protagonista
Maschile

Diceless
No

Autore Röhl Edoardo

Titolo originale
Spectrum

Anno edizione
2021

Casa editrice
Rossini Editore

Adatto per
14/99 anni

Edizione
Standard

Richiesti
Dado, Carta, Matita, Scheda personaggio

Tipologia

librogame
Gioco
Libro
Offerta

Posizione in classifica

Aggiornate al 05 dicembre 2022
  • Su 179 librigame

Trama di Spectrum

I tuoi genitori hanno deciso di trasferirsi in questa nuova villa, in una città più grossa del piccolo paese di mare dove vivevi poc'anzi.

La sorpresa però è ben più grossa e una volta entrato nella tua nuova camera ti renderai conto che la casa in cui ti trovi è decisamente stregata e posseduta da oscure presenze che minano la tua psiche.

Riuscirai a scoprire gli oscuri segreti dietro a queste quattro mura riuscendo a portare in salvo la tua famiglia?

⇧ Torna al sommario

Modalità di gioco

Il librogame si basa molto sulle scelte dei differenti bivi, in alcuni casi fino a SEI opzioni, cosa questa che rende decisamente "confusa" la via all'utenza. Buono come sistema se utilizzato in determinati aspetti della storia ma sul lungo aumenta la frustrazione nel caso il labirinto delle scelte venga portato avanti ad oltranza.

⇧ Torna al sommario

Creazione Personaggio

Ad inizio avventura si dovranno generare i punteggi di:

  • Psiche (capacità di resistere agli orrori) 1d6 + 6
  • Sanità Mentale (punti ferita) 2d6+12
  • Fortuna 1d6 + 6

⇧ Torna al sommario

Combattimenti e Tiri su Fortuna

Nel corso dell'avventura non vi saranno veri e propri combattimenti, ma il nostro personaggio dovrà cercare di resistere ai differenti orrori che metteranno alla prova la sua salute mentale.

Nel caso si dovrà mettere alla prova la propria sanità mentale si dovrà quindi:

  • Lanciare 2d6 + aggiungere il valore di Disturbo del nemico e ottenere la violenza con cui aggredirà la sanità mentale del nostro personaggio
  • Tirare 2d6 + psiche per capire con quanta forza si resiste

Comparando i due dati:

  • se si resiste la prova è superata e si può, ad esempio, scappare
  • al contrario si perdono due punti di Sanità Mentale e si deve riprovare a lanciare i dadi

La prova su fortuna è più semplice. Si lanciano 2d6 e si deve far meno della fortuna. Se così avviene la prova è superata, diversamente si dovrà sottrarre 1 punto alla propria fortuna rendendo le prossime prove ben più complicate.

⇧ Torna al sommario

Equipaggiamento

Nel corso dell'avventura si troverà una valanga di oggetti che ci serviranno per aprire o superare dati problemi. Il problema è che questi oggetti per lo più vanno trovati in un dato ordine, ripercorrendo a volte i propri passi. In altri casi alcuni oggetti si potranno usare in differente maniera (una punitiva).

⇧ Torna al sommario

Per chi è adatto questo Librogame

Complessivamente Spectrum risente di troppe criticità per poterlo consigliare a chiunque. Sicuramente è molto indicato per gli appassionati di librigame abituati a titoli old school ma ad un ragazzo, complice il colpo di scena finale decisamente amaro e oscuro, non lo consiglierei per non fargli credere che i librigame moderni siano simili, dato che ve ne sono molti ben meno frustranti per colpa di gameplay e struttura non tarati bene.

Valutazioni

Secondo il nostro recensore

2.25/10

Non sufficiente

Scopri qui il nostro metodo di valutazione

Sentiment -10/60
Interazione 40/40
Comparto narrativo 11/40
Meccaniche di gioco -1/40
Illustrazioni 0/10
Edizione 5/10

Secondo gli utenti registrati

Gli utenti di Mi.Gi. pensano che Spectrum abbia queste caratteristiche:
30%
60%
65%
25%
Il voto medio bayesano degli utenti di Mi.Gi.
 5.2/10 (2)

Per votare questo librogame e modificarne la posizione in classifica è necessario essere registrati al sito.
Registrati ora!