Pandemia: una nuova sfida, il cui nome deriva dall’inglese “Pandemic”, è un gioco da tavolo fondato sulla cooperazione, ideato dall’autore Matt Leacock. Pandemia venne pubblicato per la prima volta nel 2007, dalla ditta statunitense Z-Man Games, raggiungendo, sin da subito, un certo grado di popolarità.

Come suggerisce il nome, lo scopo è quello di fronteggiare pericolose pandemie che affliggono il pianeta Terra. L’obiettivo infatti, raggiungibile soltanto attraverso una stretta collaborazione tra i partecipanti, è quello di debellare alcune malattie, potenzialmente letali per il mondo umano, vestendo un ruolo, tra quelli proposti.

miglior gioco da tavolo pandemia
Pandemia
Prezzo gioco36,89 €
0 €
logo amazon
miglior gioco da tavolo pandemia
Pandemia
Prezzo gioco34.9 €
costo spedizione4.9 €
logo ebay

Le malattie sono nello specifico quattro, identificate dai colori rosso, blu, nero e giallo, ed i giocatori possono rivestire i ruolo di medico, scienziato, esperto delle operazioni, ricercatore e responsabile dei trasporti.

Mi è capitato di provarlo, qualche tempo fa, durante una serata in compagnia di amici, e non vi nego che ce ne siamo innamorati subito. E’ un prodotto estremamente valido, le regole si imparano in fretta e non sono di difficile comprensione, pregio che lo rende adatto anche ai principianti. Inoltre, la durata ridotta di ogni match, fa si che sia compreso in quella categoria di giochi “veloci”, da intraprendere anche se si hanno solo un paio di ore libere.

Tuttavia, il pregio più grande di Pandemia, è il concetto sul quale esso è basato: la cooperazione tra giocatori al fine di raggiungere un obiettivo comune. E’ un gioco di società stimolante, che obbliga a condividere informazioni, inventare nuovi modi per andare d’accordo ed infine, funge da enorme stimolo per lo sviluppo delle relazioni sociali.

Uno per tutti e tutti contro la pandemia

⇧ Torna al sommario

Posizione in classifica

Questo gioco da tavolo è presente nelle nostre classifiche relative a:

Andamento in classifica nel tempo

Guarda l'andamento di Pandemia nel tempo rispetto agli altri giochi recensiti su Mi.Gi.

Prezzo nel tempo

Esamina la cronologia delle variazioni del costo di Pandemia nelle diverse settimane dell'anno
fonte amazon.it.

⇧ Torna al sommario

Descrizione del Gioco

pandemia gioco tavoloLa plancia di gioco prevede l’allestimento di una mappa, dalla grafica pulita e di buona qualità, sulla quale sono identificabili 48 diverse città, che da ora in poi, chiameremo “locazioni“. Ciascuno di questi luoghi è interconnesso con gli altri attraverso linee, che altro non sono che astratte vie di comunicazione che i virus ed i batteri responsabili della pandemie, utilizzeranno per la loro propagazione. Le stesse vie, inoltre, verranno anche sfruttate dai giocatori, allo scopo di effettuare i movimenti necessari allo svolgimento della partita.

La mappa è suddivisa in quattro macro-aree geografiche, ciascuna delle quali associata ad una delle malattie che minacciano il pianeta, identificate rispettivamente dai colori: giallo, nero, blu e rosso.

Semplice da apprendere ed estremamente appagante

I giocatori, compresi in un numero variabile tra 2 e 4, andranno a comporre la task force responsabile di combattere le pandemie, impersonando uno tra i personaggi proposti dal regolamento: scienziato, medico, esperto delle operazioni, ricercatore e responsabile dei trasporti.

Nonostante la suddivisione di ruoli, il motore che promuove lo sviluppo di questo gioco da tavolo è sicuramente la collaborazione tra le figure presenti all’interno del gioco, quindi ricordate, non importa quale dei cinque sarà il vostro, perché l’unione farà la forza!

La diffusione delle malattie, sino a trasformarsi in pandemie, è regolata dal mazzo di “carte infezione“, composto da una di esse per ogni locazione. Ogni volta che una carta verrà pescata, circa due o tre volte per ciascun turno, un cubo malattia verrà aggiunto alla zona del colore corrispondente, andando ad incrementare la gravità dell’infezione stessa.

Attenzione! Un neofita si potrebbe annoiare se non vengono sfruttate al meglio le abilità dei singoli personaggi interpretati

Si può raggiungere sino ad un massimo di tre cubi malattia per ogni locazione, limite a seguito del quale, la pandemia andrà a distribuirsi in tutte le zone comunicanti. Se anche le zone vicine dovessero disporre del medesimo numero di cubi, si andrà ad innescare un circolo vizioso per cui la malattia si propagherà esponenzialmente.

La storia dietro ad una partita

I giocatori di Pandemic andranno a vestire i panni di una task force specializzata nel debellare le più gravi pandemie dalla faccia della Terra.

Questo team di personaggi specializzati, vede la presenza di cinque figure fondamentali, ognuna delle quali avrà un ruolo specifico. Tra i personaggi che si occupano direttamente della malattia troviamo il medico, responsabile della cura dei pazienti infetti ed anche lo scienziato ed il ricercatore, occupati nel lavoro di laboratorio, alla disperata ricerca di una soluzione per porre fine alla propagazione delle pandemie. Inoltre, le figure di responsabile dei trasporti e di esperto delle operazioni, aiuteranno a vigilare sulle azioni necessarie a contrastare lo sviluppo ulteriore delle malattie.

Mettersi insieme è un inizio, rimanere insieme è un progresso, lavorare insieme un successo.

⇧ Torna al sommario

Scheda tecnica

Età minima 14 anni
Giocatori 2/4
Preparazione 10 minuti
Durata partita 45 minuti
Difficoltà Media
Influenza fortuna Media
Consigliato per Adulti
Obiettivi educativi Collaborazione
Ambientazione Fantascienza
Tipologia Strategico, Cooperativo
Classificazione Gioco di ambientazione
Nome internazionale Pandemic
Anno pubblicazione 2008
Produttore Asmodee Italia

Meccaniche di gioco

Commercio
Collezione risorse
Cooperazione
Gestione della mano
Movimento punto su punto
Potere dei giocatori variabile

⇧ Torna al sommario

Contenuto della scatola

  • 1 tabellone di gioco
  • 7 carte ruolo
  • 7 pedine
  • 59 carte giocatore
  • 48 carte contaminazione
  • 4 carte consultazione
  • 6 segnalini
  • 6 stazioni di ricerca
  • 4 segnalini cura
  • 96 cubetti malattia
  • le regole

gioco tavolo pandemia

⇧ Torna al sommario

Le regole di Pandemia

Ogni giocatore ha a disposizione quattro punti azioni per ciascun turno, il che significa che può essenzialmente effettuare quattro mosse, suddivise in due categorie: base e speciale. Delle prime fanno parte tutte quelle azioni volte allo spostamento, che sia in nave, in aereo o tramite volo charter, quanto alle seconde invece, comprendono la costruzione di centri di ricerca, la cura di una malattia o la condivisione della conoscenza riguardo ad essa. Il ruolo che ciascuno dei giocatori impersonifica, offre chiaramente la possibilità di effettuare azioni specifiche, diverse da quelle degli altri partecipanti.

Tuttavia, se esaurite i movimenti da compiere, potete anche decidere di passare il turno al giocatore successivo.

A seguito dello svolgimento delle azioni, è previsto che ogni giocatore peschi due carte tra quelle disponibili nel mazzo, le quali potranno essere di tre tipi: Epidemics, propagazione dell’infezione o evento. Pescando la prima tra quelle citate, si dovrà procedere effettuando i seguenti step:

  • aumento del livello delle infezioni;
  • infettare una città;
  • aumento dell’intensità di una malattia.

Le carte “propagazione dell’infezione” prevedono invece che si aggiunga un cubo malattia a tutte le zone di colore corrispondente, fino ad un massimo di tre. Raggiunto questo limite, si innescherà la cosiddetta reazione a catena o outbreak, un meccanismo per cui anche le città vicine verranno, a loro volta, infettate.

Infine, un’ulteriore possibilità potrà essere quella di imbattersi nelle “carte evento“, le quali potranno essere utilizzate in qualunque momento, senza il bisogno di spendere punti azione. Di queste fanno parte, ad esempio: nuovo incarico, giorni contati ed ospedale mobile, solo per citarne alcuni. Quando pescate una carta di questo tipo dovete leggere attentamente le istruzioni su di essa riportate ed eseguirle, per poi riporre, la stessa, nel mazzo degli scarti.

Tra le regole fondamentali, troviamo anche quelle che decretano la sconfitta o la vittoria. Il gioco termina, con la sconfitta, nel momento in cui si verifica una delle tre situazioni sotto riportate:

  • esaurimento dei cubi malattia del colore necessario;
  • raggiungimento dell’ottavo outbreak;
  • esaurimento delle carte nel mazzo da gioco.

La vittoria si verifica, viceversa, nel momento in cui viene scoperta la cura per tutte le quattro malattie disponibili, rispettivamente: gialla, blu, nera e rossa. Inoltre, non è necessario che vengano curate tutte le città precedentemente infettate, perché il gioco si conclude nel momento in cui un giocatore scopre l’ultima, delle quattro cure.

Scarica le regole ufficiali di Pandemia in formato PDF – 5 MB

⇧ Torna al sommario

Preparazione del gioco da tavolo

Dopo aver allestito la plancia di gioco, si passa a distribuire il materiale necessario, ad ogni singolo giocatore, per cominciare la partita. A ciascuno di essi verranno forniti:

  • un ruolo casuale
  • una carta riassuntiva riportante le azioni che può effettuare
  • un numero variabile di carte da gioco.

Nello specifico, verranno distribuite quattro di queste nel caso di due giocatori, fino ad un minimo di due, se i partecipanti sono quattro.

Sul tabellone di gioco devono venire posizionate le pedine, un centro di ricerca ed i simboli di “grado d’infezione” ed “outbreak”.

Infine, come ultimo step, verranno pescate nove carte infezione per stabilire, in modo casuale, in quali zone si svilupperanno i primi focolai. Si dovranno posizionare tre cubi malattia nelle zone corrispondenti alle prime tre città pescate, due sulla quarta e la quinta, ed uno, sulle ultime tre.

⇧ Torna al sommario

La prima partita a Pandemia

Se siete principianti e vi state approcciando, per la prima volta, al gioco Pandemic, abbiamo alcuni utili consigli da offrirvi. Prima di tutto vi raccomandiamo di leggere attentamente il regolamento, in ogni sua parte, al fine di assicurarvi una buona conoscenza dei punti salienti della partita. Inoltre, date uno sguardo agli esempi illustrati, vi saranno utili per immedesimarvi in qualcuna delle possibili situazioni che incontrerete.

Infine, è essenziale effettuare una partita di prova utilizzando la versione base di Pandemic, quella senza estensioni, in modo da prendere confidenza con i cardini fondamentali del gioco.

⇧ Torna al sommario

Trucchi di gioco

Non esistono regole che vi assicureranno la vittoria, ma esistono, tuttavia, alcuni trucchi che potrete mettere in pratica per garantirvi la strada spianata verso il successo.

Primo tra tutti, è quello di lasciare da parte la propria individualità, quella voglia di prevalere che ognuno ha, specie quando ci si mette a tavolino a giocare. L’idea di base di Pandemia è totalmente opposta ai canonici giochi da tavolo e prevede che, tutti i giocatori, nessuno escluso, collaborino per arrivare al raggiungimento di un unico obiettivo.

Secondo, ma non meno importante, concentratevi sulla pandemia e sul suo sviluppo continuo. Talvolta si perde di vista quella che è la meta da raggiungere ed in Pandemia, questo non deve succedere. Nonostante sia fondamentale fare in modo che le zone vengano ripulite dalle malattie, questo non è tutto. Dovrete impegnarvi, sempre e costantemente, per cercare una cura che metta fine alle epidemie, elemento che vi porterà diritti verso la vittoria.

⇧ Torna al sommario

Considerazioni e opinioni sul gioco

Pandemia è uno dei migliori giochi da tavolo e decisamente innovativo, uno di quelli che non rispetta le canoniche regole dei suoi compagni “da tavolo”. E’ prodotto in cui, a differenza degli altri, non si arriverà a decretare un vincitore assoluto, al termine della partita. Sembrava strano anche a me, ve lo assicuro, prima di provarlo. Poi mi sono resa conto che una filosofia come questa, non solo aiuta la creazione di un ottimo spirito di collaborazione, ma favorisce anche lo sviluppo di nuove relazioni tra i partecipanti. La comunicazione, così come la condivisione di informazioni e l’aiuto reciproco, sono caratteristiche fondamentali per Pandemia, un po’ come nella vita, se volete.

Nonostante questo, il gioco in scatola non è mai noioso, ogni partita è sempre diversa rispetto alla precedente, poiché differenti sono le città ad essere infettate. Inoltre, sono disponibili numerose espansioni, per rendere Pandemia sempre nuovo ed accattivante, tra le quali ricordiamo: “sull’orlo dell’abisso“, “in laboratorio” e “stato di emergenza“. Ciascuna di queste espansioni offre nuove caratteristiche al gioco, in termini di ruoli da rivestire, scenari da occupare e sfide da affrontare.

O si vince o si perde. Ma tutti insieme

Altro punto a favore è la grafica, decisamente giovane e di buona qualità, così come il resto dei materiali presenti all’interno della scatola: pedine, carte e tabellone.

Nonostante il regolamento sia molto semplice e di facile comprensione, il gioco non lo è altrettanto, ecco perché sarà molto raro, almeno le prime volte, poter vincere una partita. Ma non fatevi scoraggiare, vi servirà solo un po’ di tempo in più per capire quali sono i trucchi del mestiere e riuscire a debellare tutte e quattro le pandemie.

Infine, Pandemia ha dal lato suo il prezzo vantaggioso, di circa 30 euro, che ne consente l’acquisto ad un ampio pubblico. La scatola è compatta e non occupa molto spazio, caratteristica che gli permette di essere trasportato agevolmente anche a casa di amici, per una sessione fuori porta.

⇧ Torna al sommario

Curiosità su Pandemia

Pandemia è, ad oggi, uno dei giochi più famosi nel suo genere. Durante gli anni, dalla data della sua messa in commercio fino ai giorni nostri, è stato insignito di numerosi premi, a riprova della sua completezza e validità.

Nel 2009, a soli due anni dalla sua uscita, ha vinto il Board Game Geek Golden Geek, il premio come miglior gioco di società per famiglie. Nello stesso anno, è stato anche incoronato come terzo classificato al Deutscher Spiele Preis, un riconoscimento che viene assegnato ai giochi da tavolo in stile tedesco.

Entrambi questi premi sono conferiti da una giuria specializzata ed altamente competente nel settore, fattore che conferisce a Pandemia, ancora maggior importanza.

⇧ Torna al sommario

Differenti versioni/edizioni o espansioni

Nonostante nel 2007 sia stata pubblicata la prima edizione di Pandemia, nel 2013 è stata rilasciata una seconda edizione, rinnovata nella grafica e nei personaggi. Sono state infatti aggiunte due figure salienti: il pianificatore di contingenze e la specialista in quarantena.

Inoltre, sono disponibili numerose espansioni attraverso le quali è sempre possibile rendere il gioco più interessante, versatile ed accattivante.

Nell’anno 2009, a soli due dalla prima edizione, è stata messa in commercio la prima delle espansioni disponibili: “Pandemia: Sull’orlo dell’abisso“, nella quale vennero aggiunti non solo sei nuovi ruoli, ma anche otto eventi speciali ed infine, vennero variate alcune regole.

Qualche anno dopo, contemporaneamente all’uscita della seconda edizione, venne resa disponibile “Pandemia: in laboratorio“, un’estensione il cui tabellone era rinnovato, permettendo il movimento dei personaggi all’interno di un laboratorio. Inserendo quattro nuovi ruoli ed un ceppo virulento addizionale, questa versione permetteva di portare il numero di giocatori sino ad un massimo di sei.

Infine, nel 2015, è stata rilasciata l’ultima delle estensioni: “Pandemia: stato di emergenza“, la quale permette non solo di affrontare nuove sfide, ma anche di accoppiare il gioco in scatola con altre versioni precedenti.

Una menzione particolare naturalmente va a Pandemic Legacy, di cui abbiamo parlato in un articolo dedicato e che aggiunge a Pandemia la modalità di gioco Legacy.

Proteggere le carte di Pandemia

Dato che le carte di gioco si potrebbero usurare nel tempo (nel caso di molte partite) è opportuno che si proteggano con delle bustine di plastica, in modo tale da prolungare la vita di questo gioco in scatola.

Dato che le carte in totale sono 118 è necessario acquistare almeno tre set di bustine da 50 o 2 da 100 di dimensioni 63.5 x 88 mm.

⇧ Torna al sommario

Vota questo gioco

Il voto medio degli utenti di Mi.Gi.

3.7/5 (1)

Aiutaci! Se lo hai provato vota questo gioco

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here