16/04/2018 07:51
0 5511

Kaleidos: il party game dove allenare il colpo d’occhio

kaleidos

Kaleidos è uno di quei classici party games dove i partecipanti sanno quando iniziano ma mai quando finiscono. Il motivo è semplice: quando un gioco da tavolo riesce ad essere così divertente e coinvolgente si perde completamente la concezione del tempo. In Kaleidos c'è l'aggravante di avere un regolamento davvero semplice e alla portata di tutti, grandi e piccini.

Il gioco in scatola è stato edito dal 1995 al 2005, grazie a una brillante idea dell'autore Spartaco Albertarelli, uno delle eccellenze italiane del settore e di cui abbiamo visto Vektorace e Metropoli, che ha pensato di proporre qualcosa di fresco, giovanile e che non necessitasse di troppo impegno intellettivo.

La casa editrice di Kaleidos è la Editrice Giochi che ha concesso i diritti per la pubblicazione brasiliana con un nome diverso (Focus) salvo poi far ritornare i diritti d'autore per Albertarelli l'anno seguente alla sua Kaleidos Game.

Nonostante sia stata pubblicata una nuova edizione, sono in molti a giudicare la versione 1995/2005 l'unica del gioco. In realtà le regole sono perlopiù le stesse, salvo qualche differenza e in questo articolo ci soffermeremo su quest'ultima dato che in commercio (escludendo i mercatini dell'usato) si può trovare solo la nuova edizione.

⇧ Torna al sommario

Scheda tecnica

Nel mondo: Kaleidos

Edito nel 1994

Ambientazione Astratto

Età minima
14 anni

Numero giocatori
2/99

Durata (minuti)
60

Set-up (minuti)
2

Difficoltà
Semplice

Influenza fortuna
Bassa

Adatto per
Famiglie, Adulti

Obiettivi educativi
Concentrazione, Combinare

Classificato come
Gioco di ambientazione

Tipologia
Di gruppo, Gioco di abilità

In Italia grazie a
Kaleidos Game

Consigliato per
ridotta efficienza arti inferiori, disabilità uditiva

Meccaniche di gioco

Comparazione prezzo

Negozio Prezzo Spedizione Totale
KaleidosKaleidosCosto complessivo
€34.77
Spedizione gratuita€ 34.77

⇧ Torna al sommario

Posizione in classifica

  • Su 234 giochi da tavolo
  • Su 43 giochi da tavolo
  • Su 182 giochi da tavolo
  • Su 172 giochi da tavolo
Nella classifica di

2788° posizione

Vedi la classifica

Nella classifica dei
più venduti su Amazon

1744° posizione

Andamento in classifica nel tempo

Guarda l'andamento di Kaleidos nel tempo rispetto agli altri giochi recensiti su Mi.Gi.

⇧ Torna al sommario

Descrizione del Gioco

kaleidos gioco scatolaIl gioco di società ha un minimo di 2 partecipanti fino a un massimo indefinito. La dinamica delle regole permette di giocare in tantissime persone ma divise in squadre eque, così da ripartire ordinatamente i punteggi e senza confondere questo aspetto.

L'età minima consigliata è di 14 anni ma è una stima generalizzata, qualora ci fossero soggetti particolarmente svelti è scontato precisare che sia giocabile anche da giocatori più piccoli. L'unica accortezza è nell'accorpare i più piccoli con persone particolarmente brave così da bilanciare l'eterogeneità delle squadre.

Una partita a Kaleidos può durare tranquillamente un'ora, vengono infatti usate diverse schede ordinate numericamente ad ogni turno. Le varie manche si susseguono in maniera molto rapida e non si ha mai una vera e propria fase passiva.

Ideale per allenare la mente e il apprendere nuovi vocaboli

Pur essendo un gioco da tavolo di tipo competitivo, ha una fase cooperativa in cui tutti i giocatori leggono le loro risposte con il compito di controllarne unicità e cadenza, essenziale per differenziare i punti.

Insomma data l'esperienza di Spartaco Albertelli il risulta risulta uno dei migliori giochi da tavolo prodotti in Italia.

La storia dietro ad una partita

Il caleidoscopio è uno strumento visivo composto da due o più lenti capaci di riflettere una moltitudine di luci, colori e immagini. Allo stesso modo, il gioco in scatola Kaleidos vuole riproporre questa dinamica, offrendo una serie di schede piene di piccole immagini che i giocatori avranno il compito di osservare durante tutto il turno di gioco. L'obiettivo è trovare un determinato soggetto indicato dal gioco stesso. Si può dire che sia questa l'unica ambientazione del gioco anche se la caleidoscopizzazione non è realistica ma piuttosto vignettistica.

⇧ Torna al sommario

Nella scatola base

  • 20 schede illustrate
  • 4 supporti porta-schede
  • 1 mazzo di carte
  • 4 matite
  • 1 blocco segnapunti
  • 1 clessidra
  • 1 Regolamento

⇧ Torna al sommario

Le regole di Kaleidos

gioco tavolo kaleidosSi prepara il gioco (come da paragrafo preparazione a seguire) e si gioca per un totale di 10 turni.

Il gioco comincia con il Primo Giocatore che estrae dal mazzo una carta coperta e la mostra ai partecipanti. Sulla carta è contrassegnata una lettera in rosso (grande).

Lo scopo della lettera principale è trovare tutti i soggetti il cui nome comincia proprio con essa.

A questo punto verrà attivato il timer (all'interno dello scatolo è inserita una clessidra da 60 secondi) e tutti i giocatori, o le squadre, dovranno guardare le schede poste davanti a sé, tutte uguali, e annotare il nome delle immagini adatte.

Allo scadere del tempo, ognuno leggerà i propri appunti, totalizzando 1 punto qualora la propria parola fosse stata utilizzata anche da altre persone o 3 punti se risultasse l'unica in gara. I punti verranno poi segnati su un blocchetto e si continuerà normalmente il turno, lasciando che il giocatore successivo giri nuovamente la freccia e scelga la nuova lettera.

Ovviamente la scheda verrà cambiata per evitare un piccolo aiuto mnemonico e ricominciare tutto da zero.

Le illustrazioni sono decisamente splendide

Valutando il regolamento da vicino, è possibile dire che i giocatori hanno una vasta scelta a disposizione visto che le immagini evidenziate possono essere oggetto di una libera interpretazione. Se la lettera di turno è la L e nella scheda c'è l'immagine di un cane, si può scrivere tranquillamente "labrador" o qualsiasi altra razza canina. Stesso discorso anche per altre tipologie come ad esempio l'immagine di una camicia che può essere interpretata come un indumento o un tessuto in particolare. Insomma, ci sono dei piccoli escamotage funzionali ai fini del punteggio, ovviamente è proprio qui che si differenzia la scaltrezza di un giocatore.

Non vale ripetere una parola in forma singolare, plurale o utilizzare alterazioni. Ad esempio la parola "casa" non può funzionare anche come "casetta" nè la parole "mano" e "mani".

Le regole si spiegano in un lampo

L'unico modo per scrivere due parole simili è che abbiano un concetto differente, ad esempio è naturale che la "penna" per scrivere sia diversa da "penne" di un uccello, anche se è la medesima.

Qualora ci fossero dei dubbi, sarà il gruppo a decidere e a votare per maggioranza.

Al termine della partita, i punti verranno sommati e vince colui che avrà totalizzato il punteggio maggiore.

⇧ Torna al sommario

Preparazione del gioco da tavolo

La preparazione è davvero rapida e dura appena due minuti.

I giocatori montano i poggia schede e vi piazzano sopra le 5 schede illustrate nello stesso ordine e faccia per ogni giocatore. si può giocare da 2 a 4 e nel caso di divisione in squadre si monta un porta schede per ogni squadra.

La prima tavola utilizzabile è la numero 1, ognuno dovrà seguire il gioco con la scheda uguale agli altri.

Per ogni partecipante verranno distribuiti fogli e penne per segnare i punteggi, infine la clessidra, il blocco segna-punti e il mazzo di carte saranno messi al centro del tavolo in un punto accessibile a tutti.

⇧ Torna al sommario

La prima partita a Kaleidos

Il gioco da tavolo ha un regolamento talmente intuitivo che non c'è bisogno di una vera e propria formazione pre-partita. Il consiglio è quello di specificare la valutazione delle varie parole e le regole basilari, infine giocare un round indicando ad alta voce tutte le parole riscontrabili. In questo modo si riuscirà ad avere un'idea concreta di ciò che significa giocare a Kaleidos.

⇧ Torna al sommario

Considerazioni e opinioni sul gioco

kaleidos gioco tavoloKaleidos merita l'acquisto per diversi motivi. Il primo è che ha un'aleatorietà davvero nulla.

Non ci sono dadi, percorsi o meccanismi che propendono verso un giocatore particolarmente fortunato. Se dovessimo definire Kaleidos con un aggettivo sarebbe sicuramente "meritocratico". Ciò significa che più un giocatore è bravo più aumenta la percentuale che possa vincere. Ovviamente ci sono dei fattori personali che fanno propendere il fattore fortuna, che sia anche solo una semplice rapidità d'occhio ma è una caratteristica blanda rispetto a tutto il contorno.

La partecipazione dei giocatori è attiva al massimo, non ci sono momenti di noia o di monotona attesa. C'è infatti una prima fase in cui i giocatori devono cercare le parole e una seconda fase di revisione di quanto fatto, in entrambi i casi i partecipanti saranno sempre attivi e vigili per non perdere preziosi punti.

La componentistica è ottimale ai fini del gioco, sono stati aggiunti diversi elementi per facilitare Kaleidos. Basti pensare ai reggischede o al segnapunti centrale.

Un ottimo gioco per gruppi molto numerosi

La rigiocabilità è buona, sicuramente l'assenza di ulteriori schede è un fattore negativo perché qualora venisse giocato troppo spesso c'è il rischio che un giocatore possa memorizzare i soggetti presenti sulle tabelle e quindi ritrovarsi facilitato nel turno.

Un altro fattore destabilizzante è che può esserci disparità qualora giocassero newbbie Vs esperti. In questo caso, la seconda categoria ha una certa dimestichezza nel valutare i vari soggetti e nel semplificarsi l'abbinamento delle parole. Per evitare questo contesto è consigliabile ripartire i novellini in squadre diverse e abbinarli a persone che hanno già giocato a Kaleidos.

La presenza della clessidra è apprezzata, per organizzare i tempi e dare una tempistica precisa.

In generale, Kaleidos è consigliato a tutti quei gamer che vogliono esplicitamente divertirsi con qualcosa di easy, divertente e senza troppi elementi macchinosi.

⇧ Torna al sommario

Trucchi di gioco

Kaleidos non ha strategie, è un gioco da tavolo facile proprio perché indirizzato ad una vasta categoria di giocatori. In linea generale, il consiglio è quella di non focalizzarsi sull'immagine quanto più sul concetto così da avere la possibilità di trovare più parole rispetto agli altri.

⇧ Torna al sommario

Curiosità su Kaleidos

kaleidos gioco societàLa nuova edizione ha un regolamento simile a quello originale ma modificato per diversi aspetti da Marianna Fulvi ed Elena Prette di KaleidosGames Studio.

La pubblicazione del 2008 è ad opera di Interlude.

Nonostante più volte i fan abbiano chiesto una versione compatta per il viaggio non è stata ancora commercializzata alcuna edizione travel né tanto meno esistono espansioni per il gioco.

A luglio 2018 Spartaco Alberelli ha ufficializzato la notizia che la KaleidosGames (l'azienda produttrice di questo gioco da tavolo) ha ufficializzato un accordo commerciale con l'azienda tessile Brunello S.p.a. per la produzione di stoffe e tessuti tematizzati Kaleidos. Presto sarà quindi possibile vestire a tema "gioco da tavolo".

⇧ Torna al sommario

Obiettivo didattico di Kaleidos

Kaleidos è un ottimo gioco per migliorare il proprio vocabolario, in combinazione con la proprie abilità logiche e naturalmente allenando il colpo d'occhio nel trovare oggetti.

Grazie alla meccanica di questo gioco da tavolo si potrà migliorare quindi il collegamento occhio/cervello.

⇧ Torna al sommario

Differenti versioni/edizioni o espansioni

La precedente versione di Kaleidos, non aveva un mazzo di carte, ma una ruota da far girare per la scelta della lettera. In più le schede totali erano 24, da ripartire per 4 giocatori o 4 squadre. Anche in quel caso le 6 schede avevano una doppia faccia, per 12 turni possibili.

Per i più piccoli si può poi trovare Kaleidos Junior, che non richiede di scrivere, ma di posizionare dei gettoni al di sopra degli oggetti identificati.

Offerta

⇧ Torna al sommario

Vota questo gioco

I voti degli utenti di Mi.Gi. su Kaleidos

9/10
8/10
7.7/10
6/10
5.3/10

Il voto medio degli utenti di Mi.Gi.

 7.2/10 (3)

Se lo hai provato vota questo gioco

Condividi:
Tag:

Articolo a cura di giorgia

giorgia

Sono decisamente appassionata di giochi da tavolo da fare in gruppo con cui divertirmi o da proporre ai più piccoli, a patto che siano educativi.

Il massimo della felicità? Quando trovo un gioco di società educativo per un gruppo di bambini!


Vedi tutti gli articoli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*
*