I giochi da tavolo

0
235
giochi scatola

Un gioco da tavolo è un gioco (con o senza scatola) che richiede una superficie sopraelevata per giocare su cui verrà posizionato il tabellone.

In genere la “superficie” è rialzata per dar modo ai giocatori di poter passare il proprio tempo in maniera comoda seduti.

I giochi da tavola sono per uno o più giocatori, in genere massimo 10 dato che altrimenti il tavolo su cui poggiare il tabellone diviene troppo spazioso per un classico appartamento e dispersivo.

In genere tutti i giochi da tavola rispecchiano le leggi che governano la nostra realtà:

  • Leggi della fisica (i giochi di ruolo o i giochi di azione/reazione)
  • Leggi della geometria
  • Leggi matematiche (statistica, calcolo)

⇧ Torna al sommario

Come classificare i giochi da tavolo?

Noi di Mi.Gi. abbiamo definito tre metodi di suddivisione dei giochi da tavolo:

  • Per classificazione
  • Per importanza dell’elemento casuale
  • Se necessitano di collaborazione tra i giocatori

Ogni gioco da tavolo quindi si può classificare per ognuno dei tre metodi sopra descritti.

Classificazione

Qui su Mi.Gi. seguiamo la suddivisione proposta da Giampaolo Dossena che classifica i giochi da tavolo come:

  • di ambientazione (giochi da tavolo in cui le regole non hanno un legame con il l’ambiente rappresentato, come la dama o il Monopoli, dove le regole non sono pertinenti con quello che avviene nella realtà)
  • giochi di simulazione (in genere tutti i giochi di strategia di guerra)

L’elemento casuale

Un altro metodo di suddivisione dei giochi da tavolo può essere quanto l’elemento casuale è importante ai fini del gioco, quindi possiamo dividere i giochi in:

  • di pura fortuna (i giochi di carte o che si basano interamente su un lancio del dado come il gioco dell’oca)
  • statistici (dove vi è una componente basata sulla fortuna, ma che viene influenzata dalle scelte dei giocatori durante il gioco)

Collaborazione

Ultimo metodo di suddivisione dei giochi da tavolo da noi adottato è quanto sia importante la collaborazione/diplomazia/mediazione tra i diversi giocatori.

In genere la collaborazione è assolutamente assente nei giochi per due giocatori, in alcuni giochi è contemplata (Munchkin o Risiko), in altri fa parte delle regole (nei giochi a squadre).

⇧ Torna al sommario

Le famiglie dei giochi da tavolo

Globalmente abbiamo provato a dividere tutti i giochi da tavolo di cui parleremo in questo sito in funzione di gruppi/famiglie. Naturalmente un gioco da tavolo può far parte di più famiglie:

Di percorso

I giochi di percorso sono i classici giochi in cui il primo che arriva alla fine di un ben determinato percorso vince. È questo il classico caso del gioco dell’oca o di percorsi più “complessi” come Taboo o Trivial Pursuit

Di gruppo

Sono i giochi che si giocano in gruppo, anche definiti party game per rallegrare feste ed eventi. Un esempio è passa la bomba

Di posizionamento

Questa famiglia di giochi racchiude tutti quelli che si basano sul determinato posizionamento di pedine sul tabellone. Alcuni esempi sono Carcassonne o Patchwork

Di carte

Tutti i giochi che si basano interamente su delle carte fanno parte di questa famiglia. I classici esempi sono Uno o Munchkin.

Strategici

I giochi che simulano la realtà fanno parte di questa grossa famiglia, che racchiude all’interno anche i giochi di guerra (simulazione di una battaglia). Un esempio di gioco strategico è Ticket to Ride, mentre di strategia di guerra (o wargame) il classico esempio è Risiko

Con o meno miniature

I giochi di guerra più strategici in genere utilizzano miniature o segnalini, ad identificare le truppe in gioco. Un ottimo esempio è Axis e Alliance.

Di contrattazione

Fanno parte del gruppo definito di contrattazione i giochi in cui si deve mediare con gli altri giocatori al fine di conseguire la vittoria. L’esempio per eccellenza è Monopoly.

Di Abilità

Alla famiglia dei giochi da tavolo di abilità si inseriscono i giochi dove la fisicità, le abilità manuali, motorie o intellettuali (coordinate con le precedenti abilità fisiche) sono strettamente necessarie per vincere.

Cooperativi

I giochi da tavolo di tipo cooperativo sono tutti i giochi in cui i differenti giocatori uniscono le forze per sconfiggere il gioco stesso, in genere vincendo e perdendo assieme. Un gioco cooperativo è Pandemia.

⇧ Torna al sommario

Ulteriori famiglie tassonomiche

In realtà esistono altre tassonomie legate alle diverse famiglie di giochi da tavolo, nel dettaglio la “scienza che definisce i giochi da tavolo” ha altre gruppi di giochi che però NON useremo come classificazione interna a questo sito, ma che comunque contraddistingue i diversi giochi in scatola.

Tedeschi

Sono dei giochi da tavolo o di società, sviluppati in Germania a partire dagli anni 80 che offrono partite brevi, regole molto semplici, materiali curati nei dettagli e delle meccaniche di gioco non legate all’ambientazione del gioco stesso.

Americani

Sono giochi contrapposti a quelli Tedeschi a livello di caratteristiche. Quindi offrono partite lunghe (dalle 2 ore in su), regole complesse e le meccaniche di gioco sono strettamente legate all’ambientazione in cui si svolge. In comune hanno che i materiali sono anche in questo caso molto curati. Date queste condizioni buona parte dei giochi strategici di miniature fanno parte di questa famiglia.

Filler

I filler sono tutti quei giochi utilizzati come riempimento, prima o dopo la partita principale che vogliamo fare con il nostro gruppo di gioco. In genere un filler è un gioco di carte (ma non solo), molto veloce (che dura quindi massimo 30/40 minuti), di solito a basso costo e poco impegnativo.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here