Through the ages: Rivivi la storia della civiltà è un gioco in scatola pubblicato dalla Czech Board Games, seguito di Through the ages: la storia delle civiltà e distribuito in Italia per conto di Cranio Creation.

Il suo ideatore Vlaada Chvátil ha ritenuto opportuno migliorare e aggiungere delle succulenti novità al titolo precedente, destabilizzando il mercato gamer dopo 9 anni.

Through the ages ha l’obiettivo di civilizzare un popolo, ogni giocatore sceglie una civiltà e ha il compito di portarla alla sua massima evoluzione, senza farla soccombere sotto il peso degli attacchi degli avversari. Le novità in questa edizione sono un miglioramento dell’equilibrio delle partite e un impatto più debole delle guerre che però non perdono la loro importanza. Queste migliorie sono state effettuate in seguito a un monitoraggio della casa editrice in base alle partite online. Il risultato è un gioco da tavolo pazzesco per gli amanti della storia e del concept civilization.

⇧ Torna al sommario

Descrizione del Gioco

through the ages scatola

Una partita di Through the ages dura davvero molto. Non è il gioco di società ideale per chi vuole qualcosa di semplice e veloce o come apripista ad una festa. Ciò non significa che sia noioso in quanto sono diversi i tipi di divertimento: quello semplice e leggero o quello intenso e sudato.

Nel primo caso non è assolutamente consigliabile giocare ad una partita di Through the ages perché innesca un divertimento del secondo tipo. Il suo target di riferimento sono gli amanti delle strategie e dei regolamenti complessi.

Non complicato, ma decisamente complesso (e lungo)

Ci sono 4 tempi, corrispondenti alle diverse ere da vivere, che allungano fortemente la durata di una partita. Durante i turni andranno utilizzati diversi tipi di carte, lavoratori, risorse e tutto ciò che concerne in una civiltà di persone. Si evince che nulla è lasciato al caso e tutto deve essere ben studiato. I partecipanti si ritroveranno quindi sul filo del rasoio dove ogni minimo errore potrebbe distruggere inevitabilmente la propria civiltà.

Globalmente tutte le qualità di Through the ages lo fanno posizionare, più o meno stabilmente, nella nostra classifica globale dei migliori giochi e in quelle più specifiche indicate a più bei titoli per ragazzi o adulti.

La storia dietro ad una partita

L’ambientazione è storica, il giocatore si ritroverà a rivivere la propria civiltà dall’antichità ai giorni nostri, passando per Medioevo e Rinascimento. Through the ages riesce a rendere bene l’idea grazie a molti elementi come scienza, politica, urbanistica, tecnologia, ecc. Il risultato è una grande e affascinante lezione che sarà un piacere apprendere.

⇧ Torna al sommario

Posizione in classifica

Questo gioco da tavolo è presente nelle nostre classifiche relative a:

Andamento in classifica nel tempo

Guarda l'andamento di Through the ages: rivivi la storia della civiltà nel tempo rispetto agli altri giochi recensiti su Mi.Gi.

Prezzo nel tempo

Esamina la cronologia delle variazioni del costo di Through the ages: rivivi la storia della civiltà nelle diverse settimane dell'anno
fonte amazon.it.

⇧ Torna al sommario

Scheda tecnica

Età minima 14 anni
Giocatori 2/4
Preparazione 8 minuti
Durata partita 180/240 minuti
Difficoltà Difficile
Influenza fortuna Bassa
Consigliato per Adulti
Obiettivi educativi Concentrazione, Combinare
Ambientazione Storica
Tipologia Strategico
Classificazione Gioco di ambientazione
Nome internazionale Through the Ages: A New Story of Civilization
Anno pubblicazione 2006
Produttore Cranio Creations

Meccaniche di gioco

Gestione risorse
Pesca di carte
Scommesse

⇧ Torna al sommario

Nella scatola base

  • 9 plance;
  • 329 carte;
  • 250 cubetti in plastica;
  • 28 segnalini in legno;
  • 1 foglio di adesivi;
  • 4 schede;
  • 2 regolamenti.

⇧ Torna al sommario

Le regole di Through the ages: rivivi la storia della civiltà

through the ages michelangeloI giocatori avranno una plancia in cui percorrere il loro percorso.

Dovranno scegliere il tipo di governo che garantisce un certo numero di azioni e che può essere cambiato nel corso della partita.

Nel proprio mazzo di carte, oltre alla forma di governo, ci saranno:

  • le carte Produttive che assicureranno il cibo alla civiltà;
  • gli Edifici Urbani, indispensabili per scienza, cultura, felicità e potere militare;
  • Unità Militari per quantificare la propria forza.

Nel mazzo ci saranno anche carte di colore blu, viola e verdi. Rispettivamente le Tecnologie Speciali, Meraviglie e Leader.

Le Tecnologie Speciali hanno il compito di potenziare la civiltà, le Meraviglie sono elementi da costruire e che incrementano il proprio punteggio e le Leader che sono delle vere e proprie abilità, queste ultime possono essere combinate per arricchire la propria civiltà.

Viene giocata una prima era, della durata di un solo round, mentre le successive 3 ere durano fino a quando non vengono giocate tutte le carte Civili. In ogni era viene utilizzato un mazzo con carte Civili e Militari.

Il gioco da tavolo comincia con una fase iniziale per poi continuare con una fase politica, attiva e una finale.

through the ages planciaPer cominciare il giocatore dovrà riempire la propria plancia con una fila di carte, partendo dalle più economiche alle più costose. Il costo delle carte è proporzionale alla loro cronologia, le più recenti infatti sono quelle più care.

Ogni giocatore può effettuare un’azione politica grazie a una delle proprie carte Militari, essa può essere un Attacco, una Guerra o qualsiasi altra azione specificata dalla carta. L’azione Politica viene consentita una sola volta, in seguito il giocatore avrà come obiettivo l’acquisto di nuove carte più dispendiose per la crescita della propria civiltà. Il vincitore del primo turno sarà quello con più punti cultura.

Nella fase politica si possono aggiungere carte eventi, dichiarare guerra o un’aggressione a un avversario debole, scendere a patti con lui o arrendersi.

Nella fase attiva si potranno compiere una serie di azioni civili o militari come costruire, migliorare o distruggere edifici, aumentare la popolazione o sviluppare una qualsiasi tecnologia. L’intento è quindi l’evoluzione.

gioco tavolo through the agesNella fase finale si scartano le carte militari in eccesso, si cercherà di aumentare i punti Scienza e Cultura, si manterrà elevato l’umore della propria civiltà per evitare le rivolte dei lavoratori, ecc.

Sulla plancia ci saranno cubi gialli e blu che rappresentano i lavoratori e le risorse.

Per comprare lavoratori si dovrà spendere del cibo e possono fungere da edifici, fattorie o militari se messi sulle carte corrispondenti. Le risorse vengono messe sulle fattorie e sulle miniere in numero uguale a quello dei lavoratori.

Vince chi accumula più punti cultura alla fine di tutte le ere.

Scarica le regole ufficiali di Through The Age (PDF – 35 MB)

⇧ Torna al sommario

Preparazione del gioco da tavolo

Al centro del tavolo verrà messa:

  • una plancia della cultura che servirà come memo per il proprio punteggio e per capire il livello raggiunto dalla propria civiltà;
  • una plancia della scienza che segue gli stessi canoni della plancia della cultura;
  • una plancia militare che attesti le tattiche usate e quelle da utilizzare.

Ogni giocatore riceverà la plancia personale, i segnali e un mazzo di carte per ogni era.

⇧ Torna al sommario

La prima partita a Through the ages: rivivi la storia della civiltà

La prima partita potrebbe essere particolarmente ostica per un Newbie. Il consiglio è di guardare qualche video tutorial per conoscere i vari momenti della partita e di giocare con persone più esperte.

Solitamente nella prima partita si gioca a carte scoperte e con il regolamento a portata di mano. Quest’ultimo, contenuto nello scatolo, è chiaro e ha una serie di esempi per chiarire qualsiasi dubbio dei giocatori.

⇧ Torna al sommario

Trucchi di gioco

through the ages segnalinoThrough the ages ha talmente tante regole ed è così variegato da rendere difficile una strategia vincente generale. La verità è che c’è bisogno di molta esperienza per capire quale strategia sia migliore in correlazione con le prime carte pescate nel turno iniziale. È consigliabile non sprecare mai le risorse che sono importanti per la felicità della propria civiltà.

Le carte civili sono altrettanto importanti perché permettono di conquistare diversi bonus perciò più e sono meglio è. In linea generale, nella prima è meglio raddoppiare tutte le risorse, la scienza e la forza militare, mentre nella terza era è bene concentrarsi sui punti Cultura e sulle Meraviglie.

⇧ Torna al sommario

Considerazioni e opinioni sul gioco

Il gioco in scatola è davvero complesso e succhia tutte le energie mentali dei propri giocatori ma che si rivela profondamente appagante sotto questo punto di vista.

Pur essendo consigliato da 2 a 4 giocatori, in realtà l’ideale è giocarci in 3 per poter usufruire al massimo di tutti i suoi aspetti. La rigiocabilità del gioco è indubbia, le partite non potranno mai essere uguali e non c’è un fattore fortuna così preponderante da influenzare una vittoria.

Complesso nelle prime partite, ma poi diventa decisamente lineare (e fantastico!)

through the ages gioco tavolo-strategiaI miglioramenti di Through the ages sono tangibili specialmente nell’assetto militare, rendendo tutto più bilanciato. Come molti altri giochi di civilizzazione, ci sono moltissimi aspetti di cui tenere conto per siglare la propria vittoria.

Nulla può essere sottovalutato, pena la creazione di un deficit che potrebbe essere sfruttato dai propri avversari. Questo continuo ponderare su azioni e strategie rende la partita avvincente in ogni suo momento anche se potrebbero esserci attimi eccessivamente lunghi in mancanza di un timer.

Si sente la mancanza di una mappa territoriale da scoprire e in cui segnalare la propria presenza. Questo aspetto risulta essere blando e fa perdere molto all’immedesimazione dei giocatori rintanandoli nella propria plancia personale. Infine, l’ultimo aspetto negativo è la forte limitazione del suo pubblico.

nessuno si è mai pentito di averlo comprato!

I giocatori sono vincolati ad acquistare l’edizione nella propria lingua dato che non c’è molta intuitività e le regole necessitano di essere comprese bene (e alcune di queste sono dettate dalle carte). Non è un gioco da tavolo adatto a tutti e non è nemmeno un gioco di società adatto ai novellini che necessitano di supporto e formazione per poter giocare seriamente a Through the ages.

⇧ Torna al sommario

Curiosità su Through the ages: rivivi la storia della civiltà

Il gioco da tavolo presentato a Essen nel 2006 ha suscitato un buon riscontro tra i visitatori, tanto che la Eagle Game ne acquistò i diritti stampandone ben 3 edizioni.

La nuova edizione è stata pubblicata nel 2015 ma è arrivata in Italia solo un anno dopo.

Esiste una versione per iOS e Android in cui si può giocare da soli contro il computer o contro altri giocatori online.

⇧ Torna al sommario

Proteggere le carte di Through the ages

Una delle componenti che prima si rovina nei giochi da tavolo sono le carte e Through the ages non fa eccezione. Per evitare che l’usura segni le carte e le renda riconoscibili o ancor peggio le rovini completamente è conveniente imbustarle.

Dato che le 329 carte del gioco hanno dimensione 50 x73 mm è necessario cercare delle bustine di plastica che le contengano correttamente, così si potranno riporre nella scatola già imbustate.

⇧ Torna al sommario

Vota questo gioco

Il voto medio degli utenti di Mi.Gi.

4/5 (4)

Aiutaci! Se lo hai provato vota questo gioco

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here