Andiamo a vedere un interessante gioco collaborativo che trasporta in versione gioco da tavolo una esperienza ludica reale.

Parliamo infatti di Exit, una serie di giochi di società che simula nel corso di una partita l’esperienza di gioco che si prova all’interno di una escape room.

Per chi non le conoscesse le E.R. o stanze della fuga sono delle esperienze di gruppo in cui si viene “rinchiusi” all’interno di una o più stanze e dove, per poter fuggire, si dovranno risolvere una serie di enigmi e rompicapo prima che scada il tempo assegnato (in genere di un’ora).

Per approfondire il discorso vi consiglio di leggere due nostre interviste a due differenti proprietari di escape room in merito ai titoli della serie Exit e Unlock! rapportandoli con le stanze della fuga reali.

Attenzione! Questa recensione è a prova di spoiler. NON vi racconterò nulla che vi possa rovinare l’esperienza di gioco.

⇧ Torna al sommario

Scheda tecnica

Età minima 12 anni
Giocatori 1/6
Preparazione 3 minuti
Durata partita 60/120 minuti
Difficoltà Difficile
Influenza fortuna Bassa
Consigliato per Famiglie, Adulti
Obiettivi educativi Pensiero logico, Concentrazione, Combinare, Collaborazione
Ambientazione Contemporanea
Tipologia Cooperativo
Classificazione Gioco di ambientazione
Nome internazionale Exit: The Game – The Abandoned Cabin
Anno pubblicazione 2016
Produttore Giochi Uniti
Consigliato per ridotta efficienza arti inferiori

Meccaniche di gioco

Combinazione elementi
Combinare le proprie o altrui risorse di gioco per dar vita ad una azione sull’immediato o in futuro o un nuovo elemento.
Cooperazione
I diversi giocatori devono collaborare tra di loro per raggiungere un dato obiettivo.
Esame dei particolari
I giocatori devono analizzare degli elementi grafici per trovare un particolare o una informazione.
Legacy
Il gioco ha una storia che evolve nel corso delle partite in diversa maniera, con effetto spoiler o con modifica temporanea o semipermanente dei materiali di gioco.

⇧ Torna al sommario

Posizione in classifica

Questo gioco da tavolo è presente nelle nostre classifiche relative a:

184su Board Game Geek
(rif. internazionale)
4tra i giochi più venduti su Amazon

Andamento in classifica nel tempo

Guarda l'andamento di Exit la baita abbandonata nel tempo rispetto agli altri giochi recensiti su Mi.Gi.

Prezzo nel tempo

Esamina la cronologia delle variazioni del costo di Exit la baita abbandonata nelle diverse settimane dell'anno
fonte amazon.it.

Analisi del prezzo attuale di Exit la baita abbandonata

fonte amazon.it - ultimo aggiornamento 11 novembre 2019
Prezzo Medio
21.97 €
Differenza sulla Media
-6.98 € (-31.77%)

⇧ Torna al sommario

Descrizione del Gioco

exit gioco tavoloIn Exit dovrete formare la vostra squadra, o giocare in solitario, per cercare di battere il gioco. In sintesi vi troverete all’interno di una stanza chiusa e per riuscire a fuggire dovrete risolvere una serie di enigmi, misteri e rompicapo in sequenza, analizzando gli indizi e se necessario approfittando degli aiuti impiegandoci il meno tempo possibile.

Meno aiuti e meno tempo impiegherete e più stelle farete per capire alla fine della partita il vostro livello di abilità.

Exit è un gioco legacy, ossia una volta giocato non più intavolabile dalle stesse persone per due differenti motivi:

  • il più grosso per l’effetto spoiler, risolti gli enigmi una volta non sarà più possibile rifarli dato che conoscerete già la soluzione;
  • in alcuni casi, pur se è possibile evitare la cosa, sarà necessario modificare i componenti di gioco scrivendo, tagliando o strappando il materiale di gioco, rendendo inservibile il gioco per una nuova partita.

La storia dietro ad una partita

In Exit la baita abbandonata l’introduzione è decisamente classica. Siete in montagna con il vostro gruppo, la macchina va in panne e il telefono non prende. Vi rifugiate quindi in una baita che sembrerebbe abbandonata e al mattino quando vi svegliate trovate porte e finestre sbarrate con grate di ferro e lucchetti. Insieme a questa sorpresa trovate un messaggio che vi spiega come per poter fuggire dovrete risolvere una serie di enigmi entro un dato tempo o per voi sarà la fine.

⇧ Torna al sommario

Nella scatola base

  • 86 carte (divise in indizi, aiuti e risposte)
  • un disco con tre anelli rotanti
  • 3 elementi misteriosi di cartoncino
  • un libretto di indizi
  • le regole

Per giocare vi servirà poi una matita, una gomma, diversi fogli e un orologio/timer.

⇧ Torna al sommario

Le regole di Exit, la baita abbandonata

Le regole sono decisamente semplici da spiegare e comprendere ma il gioco globalmente non è così semplice.

exit gioco societàUna volta effettuato il set-up dovrete aprire il libro degli indizi e svelare la prima carta mistero indicata. Poi agirete di conseguenza, cercando una soluzione al primo enigma e ricordandovi che tutto il materiale svelato, se non già usato, potrebbe servirvi a trovare una soluzione (compreso il libro degli indizi che è tutto consultabile sin dall’inizio).

Meccanica di risoluzione di un enigma

Il vostro obiettivo per ogni indizio è quello di riuscire a capire, per ogni simbolo, la corretta sequenza di numeri o colori.

Per scoprire questa sequenza dovrete risolvere indovinelli, giochi di logica, enigmi, giochi di osservazione, etc (da questo punto di vista è notevole come siano tutti differenti e decisamente intriganti e interessanti). Risolti otterrete appunta la sequenza di numeri/colori necessaria a proseguire.

Muovendo i tre dischi in relazione ad un dato simbolo rivelerete un numero che corrisponde ad una carta risposta. Una volta svelata scoprirete se la risposta è corretta o no.

Se la risposta è corretta dovrete poi andare alla corrispondente carta legata all’oggetto nella stanza che volete aprire, che vi farà svelare una o più nuova/e carta/e mistero.

Meccanica di aiuto

Se non riuscite a risolvere un enigma potete chiedere aiuto. Per farlo girate la prima carta aiuto tra quelle corrispondenti al simbolo che non riuscite a risolvere. Se siete ancora impantanati potete chiedere un secondo aiuto per lo stesso simbolo e un terzo (che è la soluzione).

Più aiuti chiedete e meno stelle potrete fare al termine del gioco.

Conclusione del gioco

Una volta risolti tutti gli enigmi (che in genere sono corrispondenti ad un dato “contenitore” nella stanza) dovrete cercare di aprire la porta, per fuggire.

Se ci riuscirete guardate quanto tempo avete impiegato e quanti aiuti avete usato, per capire quante stelle avete fatto (da 1 a 10, che sono il massimo e se riuscite ad uscire in meno di 60 minuti senza aiuto).

⇧ Torna al sommario

Preparazione del gioco da tavolo

Il gioco si prepara in un lampo. Naturalmente dopo aver letto le regole.

Munitevi di carta, matita, gomma e timer.

Senza guardare il retro di nessuna carta dividetele in due mucchietti principali:

  • Carte mistero: controllate che siano in ordine alfabetico dalla A alla W
  • Carte risposta: controllate che siano in ordine numerico dalla 1 alla 30

Prendete poi le carte aiuto e ASSOLUTAMENTE senza guardarle dividetele negli 11 mucchietti divisi ognuno con gli aiuti da 1 a 3.

Mettete il disco al centro e fate leggere il libretto degli indizi a un giocatore. Naturalmente il narratore potrebbe essere sempre lo stesso o a rotazione, scegliete voi.

⇧ Torna al sommario

La prima partita a Exit, la baita abbandonata

Data la modalità di gioco non si possono fare giri di prova, partite introduttive e giocare con chi ha già provato questo titolo.

Dovete semplicemente leggere bene le regole e fare una partita, al massimo se non comprendete la meccanica di gioco dovrete far appello almeno ad un aiuto, che vi farà comprendere come proseguire nel gioco.

⇧ Torna al sommario

Considerazioni e opinioni sul gioco

exit gioco scatolaPartiamo da un dato soggettivo. In tre (tra cui due ingegneri) ci abbiamo impiegato quasi 90 minuti con tre aiuti, che corrispondono a 5 stelle e ci siamo divertiti davvero un casino!

Per il resto beh, sicuramente vale il prezzo anche se si tratta di un gioco legacy, ossia se una volta giocato non si potrà reintavolare con le stesse persone. Di nostro siamo riusciti anche a non rovinarlo, pur se in alcuni casi sarebbe stato necessario scrivere sopra alle carte/libretto e tagliare alcune carte. In un caso abbiamo scritto a matita per poi cancellare il tutto e “ripristinare” il gioco che però NON potremo rifare in quanto sappiamo oramai tutto.

Globalmente però posso dire che è un titolo particolare e che permette di affrontare una esperienza ludica one shot molto particolare.

UNA esperienza ludica one shot molto particolare

Come ogni collaborativo l’interazione è massima e naturalmente sensibile all’effetto alfa player.

Le regole e il set-up sono velocissimi e la durata variabile in base alle vostre abilità, ma difficilmente scenderete sotto ai 60 minuti e potrete arrivare quasi al doppio di tempo necessario per concludere la partita che va assolutamente terminata e non lasciata in attesa, quindi ritagliatevi del tempo prevedendo che potrete sforare.

Il gioco, che poi è un puzzle game a tutti gli effetti, ha una alta difficoltà ma grazie agli aiuti potrete superare i punti critici. Naturalmente in molti diviene più facile (più teste pensanti) e scala difatti decisamente bene (in teoria si potrebbe anche sforare il numero di giocatori massimo ma poi si incomincia ad andare in caciara) anche se in molti diviene complicato dato che non sempre ci si riesce a dividere in gruppi ad affrontare misteri differenti e spesso tutte le teste saranno concentrate a risolvere lo stesso enigma.

La profondità è decisamente elevata, riuscire a fuggire dalla stanza è un susseguirsi di raccolta indizi e risoluzione di enigmi in maniera esponenziale alcune volte anche tenendo degli enigmi da parte fino a che non sono completi fra loro.

Le meccaniche di enigmi/risoluzione/aiuti funzionano splendidamente e sono decisamente solide, rodate e completamente prive del fattore aleatorio. Si vince grazie all’abilità e non grazie alla dea bendata (a meno che non vi sentiate particolarmente fortunati e volete provare tutte le combinazioni di soluzioni, che sono tipo 10000).

10000 combinazioni da provare se volete affidarvi alla fortuna

L’ambientazione potrebbe anche non essere necessaria, ma non dispiace la parte introduttiva e conclusiva, aiutando il gruppo ad immedesimarsi nel gioco, pur se non molto approfondita e non così originale.

I materiali di gioco sono decisamente interessanti nella loro semplicità. Le carte hanno una grafica semplice e comprensibile ma presentano una totale dipendenza dalla lingua.

Complessivamente l’unico fattore negativo potrebbe essere la rigiocabilità, totalmente assente e la sua conseguente longevità inesistente.

Come accennato però ad inizio recensione questo episodio di Exit ci ha tenuto incollati alle sedie per 90 minuti in tre, che vuol dire quindi meno di 5€ a testa per una esperienza decisamente unica e intrigante. Insomma un titolo da provare sicuramente.

⇧ Torna al sommario

Trucchi di gioco

Ehm… non ve ne sono! Forse gli unici consigli possono essere:

  • se non volete bloccarvi con paralisi d’analisi valutate l’idea di utilizzare gli aiuti, farete meno punti ma potreste divertirvi di più ad impiegarci meno tempo;
  • organizzate bene il materiale, quando un enigma è stato risolto mettetelo da parte;
  • lo stesso per gli aiuti ma fate attenzione alle carte scenografia che vi serviranno molto;
  • quando non riuscite a risolvere qualcosa provate a passare a qualcos’altro.

⇧ Torna al sommario

Differenti versioni/edizioni o espansioni

Della serie Exit in commercio vi sono una valangata di edizioni differenti, tutte che sfruttano la stessa meccanica di gioco ma che variano per ambientazione e enigmi.

Se vi piace il genere sono un ottimo investimento per passare più di un’ora insieme mettendo alla prova le vostre abilità.

⇧ Torna al sommario

Vota questo gioco

I voti degli utenti di Mi.Gi. su Exit la baita abbandonata

7/10
8/10
8/10
8/10
1/10

Il voto medio degli utenti di Mi.Gi.

6.4/10 (1)

Se lo hai provato vota questo gioco

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here