Ci risiamo, Board Game Geek nuovamente sotto attacco DDos

Un nuovo attacco DDos ha mandato giù, il 26 ottobre, il sito di riferimento per la comunità ludica dei giochi da tavolo BGG

0
78
board game geek attacco ddos

Continuano gli attacchi DDos nei confronti di Board Game Geek, il sito di riferimento per la comunità mondiale dei giochi da tavolo.

bgg downGli attacchi sono incominciati il 15 gennaio 2018, mandando offline il sito due giorni dopo, il 17.

Con un comunicato del 22 gennaio Scott Alden ha spiegato la situazione, raccontando di come erano riusciti a sistemare la questione ma purtroppo ieri, 26 gennaio, il sito era inaccessibile a chi provava a consultarlo (al posto di una qualunque pagina veniva mostrata la pagina di manutenzione che vi mostriamo).

Andando a dare una occhiata su Twitter infatti veniamo a scoprire che il sito è stato bersaglio di nuovi attacchi, grazie ad un tweet sul social.

Come potete leggere dal sito si scusano se sono giù e spiegano che è dovuto ad un nuovo attacco DDos, su cui stanno investigando.

Oggi 27 gennaio il sito risponde nuovamente, ma non siamo riusciti a trovare ulteriori informazioni sulla vicenda tranne la discussione a seguito del comunicato di Scott Alden in cui veniva spiegata la situazione.

Leggendo qualche commento tendenzialmente sono quattro gli argomenti che possiamo identificare in merito a questa vicenda su cui si discute:

  • Utenti che si propongono di aiutare BGG (visto il target del sito in effetti un sacco di programmatori e sistemisti seguono quel portale)
  • Utenti che ci scherzano su, prendendo la questione con filosofia o alcuni direbbero sottovalutandola
  • Altri utenti che gridano al complotto da parte delle CDN in cerca di nuovi clienti
  • Altri che dicono che sia colpa degli utenti bannati da BGG e di fornire alla FBI le liste di nominativi (perché ad oggi non vi è richiesta di un possibile “riscatto”)

Cos’è una CDN o Content Delivery Network

Un Content Delivery Network è un servizio online che duplica un sito web su diversi server, in maniera tale che quando viene effettuata la richiesta di un dato dominio, la CDN serve al client (il computer di un utente) il server più vicino e più accessibile, abbassando i tempi di caricamento e spalmando il carico di risorse su più macchine online.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here